Baccalà con patate alla curcuma e insalata di finocchiona

Enrica Della Martira, la simpatica agente di commercio fiorentina, si è distinta grazie alla sua cucina semplice e delicata ma allo stesso tempo diretta arrivando a conquistare il terzo posto della terza edizione di MasterChef Italia. Oggi Enrica torna a MasterChef Magazine per cucinare insieme a Lucia, l’aspirante chef bresciana. Insieme prepareranno un baccalà con patate alla curcuma e insalata di finocchiona. “Ciao Enrica”. “Ciao, piacere Lucia”. “ Piacere, bello conoscerti”. “ È bello rivederti. Ti ho già vista e seguita”. “Mi hai guardato?”. “Assolutamente, ricordo tutto”. “ Hai visto la mia disfatta finale?” “Capita nel senso che è una gara”. “ Però già tornarmene a casa con la giacca è stata una soddisfazione”. “ Si una bella soddisfazione. Cosa facciamo oggi?”. “Prepariamo un piatto a base di baccalà con delle patate alla curcuma e insalata di finocchiona”. “Sì”. “ Per prima cosa prepariamo la crema di patate e ci servirà il cipollotto”. “Eccolo”. “E le patate”. “ Ecco le patate”. “Ci serve una casseruola che se non mi sbaglio è qua sotto”. “Eccola lì. Qui ti accendo io”. “Ci andiamo a mettere un giro d’olio. Giro perché io abbondo sempre un po’. Coliamo le patate. Prego fai pure tu. Io intanto metto il cipollotto a rosolare. Mettiamo tutto dentro”. “ Tutto insieme. Vado? Bene, ecco qua, l’ultimo pezzetto”. “Un po’ d’acqua”. “Vado io? Dimmi quanto?” “ Vai versane un paio di dita”. “ Un paio di dita?” “Ancora un po’”. “Ancora un goccio?” “Si, basta.” “ Bene a copertura”. “ Poi ci aggiungiamo un pizzichino di sale e via e le facciamo andare per qualche minuto. Adesso prendi il baccalà”. “Eccolo”. “ Lo tiriamo fuori e lo liberiamo dalla pelle”. “Coltello?” “ Sì è fantastico avere un’assistente in cucina. Io sono abituata a dover fare tutto da sola”. “ Quale preferisci? Dimmi tu le misure. Lo vuoi più grosso o più piccolo?” “ Questo va benissimo. Sì, lo mettiamo sotto e la tiriamo via”. “ Insomma cosa ti ha portato questa esperienza di MasterChef?”. “ Mi ha portato marito perché mi devo sposare”. “ Caspita.” “Quando sono uscita dal programma sono stata contattata da questa persona che oltre ad avermi coinvolta perché faccio un programma di cucina praticamente ha preso tutto il pacchetto”. “ Ha preso tutto il pacchetto. A parte il marito?” “ Ho un mio blog: la versione di Enrica. E poi insegno in una scuola di cucina”. “Fortissimo”. “ Si, quello mi diverte tantissimo. Tu invece cos’è che fai?” “Sono commessa e sindacalista o meglio delegata in rappresentanza dei lavoratori”. “Non mi riesco a immaginare i giudici come fanno ad arrabbiarsi con te, se hanno il coraggio”. “ Hai intuito bene. Non lo so ogni tanto sul chi va là ce li metto un po’”. “ Grande”. “Allora vediamo un po’: ecco le patate direi che ci siamo. Prendiamo il bicchiere del frullatore e le mettiamo dentro. Ora io prendo l’olio, tu prendi il latte e la curcuma”. “ Bene eccoti il latte e la curcuma”. “Adesso ci mettiamo un po’ di latte - non tanto poi casomai lo aggiungiamo se non dovesse venire troppo liquido - un pizzichino di curcuma che gli dà colore e profumo e frulliamo”. “Vuoi che continuo io?” “ Va bene. Così io lo regalo di curcuma, un pochino di latte e ci metto un po’ di olio a filo”. “D’accordo. Vado?” “ Vai”. “ È bello cremoso. Ci siamo? Bene. Assaggiamo. Forse un altro po’ di sale?” “ Un pizzichino. Vai”. “ Ci siamo”. “ Perfetto, fantastico. Guarda come è gialla, sembra quasi maionese. La mettiamo da parte perché ci serve tra poco. Adesso arriviamo al sodo della ricetta e facciamo il baccalà confit. Ci serve una casseruola piccolina.” “ Bordo alto.” “ Si bordo alto, piccina perché dobbiamo ricoprire i nostri bocconcini” “ Pensi che va bene?” “ Questa è perfetta.” “Benissimo”. “La riempiamo bene, accendiamo e lo andiamo ad aromatizzare. Dobbiamo prendere la scorza di limone e la scorza d’arancia e uno spicchio d’aglio che prendo io. Lo sbucciamo e via dentro.” “ Bene”. “Un po’ di scorza di limone e un po’ di arance. Lo facciamo scaldare. Ci serve il termometro e controlliamo di arrivare circa a 69-70. Questo lo possiamo spegnere e ci andiamo a mettere dentro con le pinze i nostri bocconcini. Adesso la temperatura piano piano scende. Noi controlliamo una decina di minuti, anche meno perché abbiamo fatto dei bocconcini piccolini. Ora la finocchiona. Fammi sentire com’è. Non la puoi mica solo guardare” “No è chiaro”. “Dunque: pentolino, sudata veloce nel pentolino della finocchiona, giusto un attimo. Questa è pronta e la possiamo già togliere. Ci mettiamo un po’ di piselli.” “Eccoli” “Questi sono già cotti, leggermente sbollentati e poi ci aggiungiamo anche i germogli di piselli così gli diamo anche un po’ di fresco e croccante. Tagliamo le punte. Prendiamo solo la parte finale. Ci mettiamo anche una grattata di pepe, va mescolato ed è pronto”. “ Prendo un cucchiaio”. “Ci siamo. Il baccalà è pronto. Prendiamo la carta cucina. Ecco fatto. Operazione delicata, dobbiamo soltanto tamponare un pochino”. “ Togliere l’olio in eccesso”. “E siamo pronti per l’impiattamento. Crema di patate alla base, gli diamo una mescolata. Mano sotto e patata l’abbiamo messa. Ora i nostri Cubetti di baccalà. Uno e due. Ci mettiamo anche il terzo”. “ Che ci piace”. “ Altrimenti che ci rimane da mangiare”. “Mi sgridano sempre i giudici perché faccio porzioni abbondanti”. “Lo so ho capito”. “Poi mi chiedono se la mangerei. Io rispondo di si”. “ Certo”. “ Chiaro che sì”. “ Dopodiché ci andiamo a mettere l’insalata di finocchiona, un po’ sparsa, due pisellini, un po’ di germogli, un pochino di sale Maldon. Me lo passi per favore?” “ Te lo passo. Eccolo.” “Giusto un po’ sul baccalà, una grattata di pepe che ci sta sempre bene. Ci prendiamo un paio di scorzette e le tagliamo sottili. Ho sempre avuto io la passione per i coltelli”. “ Anch’io perché sono convivente di un macellaio quindi i coltelli sono…” “Fantastico, me lo dovevi dire subito che convivi con un macellaio. Allora questa la mettiamo un po’ in giro, un po’ di qua e un po’ di là”. “ A colorare e profumare.” “ A colorare e profumare”. “ Bello”. “Fatto. Lucia io direi che dopotutto questo lavorare…” “ Ce lo andiamo a mangiare”. “ Brava”. “ Vai”. Per tutte le ricette e gli ingredienti vai sul sito masterchef.sky.it.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Uno
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky