Coppa di maiale grigliata e battuto di melanzane

Dario, l’ex benzinaio della provincia di Ferrara, si confronterà con una tecnica di cottura a sorpresa: la cottura alla griglia. Vediamo che piatto preparerà. “Propongo una coppa di maiale grigliata con battuto di melanzane. Inizio subito preparando un mix di spezie. Prendo una ciotola e inizio con l’aglio in polvere. Aggiungo la paprica dolce, una puntina di cannella, lo zucchero di canna, sale e pepe. Sto creando un mix di spezie con il quale vado a fare una marinatura a secco della mia carne. Questa marinatura servirà a dare alla carne un gusto agrodolce e permetterà di cuocerla in maniera uniforme. Ora prendo la carne. In questo caso ho scelto una coppa di maiale. La massaggio con la nostra marinatura e cerco di fargliela aderire il meglio possibile. La cottura alla griglia è sicuramente una delle mie preferite. È la cottura delle grandi occasioni. Il sabato e la domenica quando i miei amici mi vengono a trovare è sempre l’occasione giusta per accendere la griglia e fare nuove preparazioni. Con questa, che è una delle mie migliori, non sbaglio mai. Dopo che la carne è ben massaggiata, ben ricoperta dalle nostre spezie, accendiamo la griglia al massimo. La metto a cuocere prima sulla parte liscia che mi permette di avere una cottura omogenea. La cottura alla griglia sembra facile ma è molto insidiosa perché si rischia, se non si è esperti, di fare dei pasticci. Per esempio carne o troppo cotta fuori e cruda dentro o peggio ancora bruciare il tutto e rendere il cibo immangiabile. Bisogna seguire e curare la cottura continuamente. Questo colore è tipico dello zucchero che sta caramellando. Sembra bruciato, anzi è bruciacchiato, ma deve essere così. Nel frattempo preparo una salsa barbecue. Innanzitutto devo tritare una cipolla. Mi aiuto con l’utilizzo del chopper. Per una salsa barbecue come si deve, la cipolla non può mai mancare. In questo caso non è necessario tagliarla fine, la tagliamo a pezzettoni e il chopper farà il resto del lavoro. Diamo un’altra giratina alla carne e ora posso tritare la cipolla. Direi che così può andare. Prendiamo una ciotola, una cucchiaiata di cipolla, mettiamo due belle cucchiaiate di ketchup, altrettante di senape, aggiungiamo la salsa di soia, metto la salsa Worcester, la salsa con il nome più difficile da pronunciare in assoluto, metto anche qui un pochino di zucchero di canna, occorre anche un goccino di aceto di riso - in assenza dell’aceto di riso va bene anche quello di mele – e aggiungiamo la paprica dolce. Per dare un tocco affumicato a questa salsa possiamo usare il sale affumicato - ne mettiamo proprio 2, 3 fiocchi – e per ultimo il peperoncino per rendere piccante la mia ricetta – giusto una puntina in modo che non sia troppo invadente -. Questa salsa l’ho vista per la prima volta in un libro di ricette, mi ha subito incuriosito, ho cercato di replicarla e dopo diverse prove sono riuscito a raggiungere il gusto che piace a me. Gli ingredienti vanno dosati a gusto anche perché non c’è una ricetta per la salsa barbecue, ognuno la fa a proprio piacimento. Quindi a seconda che si desideri un po’ più dolce o un po’ più piccante si mescolano gli ingredienti e si aggiungono o si tolgono a proprio piacimento. Assaggiamo: la salsa barbecue è pronta. Diamo una controllata sempre alla nostra carne che è quasi pronta e intanto ci possiamo dedicare alla melanzana. Prendo il coltello e la taglio a fette. Facciamo delle fette spesse circa un centimetro e naturalmente griglierò anche queste. Le mettiamo sulla griglia dalla parte rigata. Aggiungiamo un pochino di sale sulle melanzane così le aiutiamo a fare un po’ di acqua. Visto che la carne è a buon punto la tolgo dal fuoco e la metto qui da parte su un piattino. La melanzana è la verdura griglia per antonomasia, accompagna qualsiasi tipo di piatto grigliato ed è una delle verdure più versatili che ci possano essere e le mie domeniche con gli amici non può mai mancare. Direi che le melanzane son pronte. Me le posso portare sul tagliere per fare il battuto: esso sarà l’accompagnamento perfetto per la mia carne di maiale insieme alla salsa barbecue. Non vedo l’ora ad assaggiarla. Io adoro i sapori rustici e le preparazioni tradizionali e la cottura alla griglia rispecchia pienamente la mia idea di cucina. Bene, ho fatto il battuto di melanzane. Non devono essere battute troppo finemente perché altrimenti diventano a purè. Adesso metto le mie melanzane in una ciotola e preparo un trito di menta maggiorana. Vado a prendere due foglie di menta e due foglie di maggiorana. Quest’erbe daranno un sapore di freschezza alle mie melanzane, quindi anche a tutto il piatto. Le tritiamo abbastanza finemente e le aggiungiamo nella ciotola. Ora le finiamo di condire con sale, pepe e olio. Una presa di sale, un giro di pepe, un filino di olio e mescoliamo. Questa la tengo da parte e ora non mi resta che spennellare la mia carne con la salsa barbecue che darà un gusto ancora più agrodolce a questa preparazione. Adesso possiamo finire la cottura sulla parte grigliata della nostra piastra e andiamo a finire la sigillatura della carne. La carne quando viene cotta sulla griglia bisogna seguirla perché in qualche modo ci parla. Adesso possiamo toglierla dal fuoco. All'interno è leggermente rosa ma non cruda, proprio come piace a me. Scommetto che i miei amici in questo momento vorrebbero essere qui. Ora non mi resta che impiattare. Oggi non impiatterò su un classico piatto da cucina ma direttamente su un tagliere. Mi sembra una presentazione molto più rustica e in tono con questa preparazione. Prendo il mio tagliere, ci appoggio sopra la carne, continuo con il battuto di melanzane e concludo con la salsa barbecue. Ecco a voi la mia coppa di maiale grigliata con battuto di melanzane. Buona grigliata a tutti”. Dario ha preparato un piatto alla griglia molto gustoso. Ora prova anche tu.


  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate