Maltagliati con mazzancolle in brodetto di fagioli

Benvenuti nella cucina di MasterChef Magazine. Ieri sera ho fatto una piccola festa ed è rimasto qualcosa in frigorifero. Quindi oggi voglio fare una ricetta con gli avanzi. Vediamo cosa c’è in frigorifero. Mi vengono delle belle idee, c’è un po’ di roba. Ci sono delle uova, c’è un’insalata di fagioli e cipolla, della pancetta già cotta, ci sono dei pomodorini sbollentati, del brodo, delle mazzancolle già cotte. Guardando questi ingredienti ho già una super idea: allora uova, vado in dispensa e prendo della farina. Bene, farina e uova quindi faccio una pasta, dei maltagliati con le mazzancolle in un brodetto di fagioli. Questo è un piatto super. Inizio subito mettendo a bollire l’acqua per poi cuocere la pasta. Per prima cosa la farina zero zero. Ecco fatto. Aggiungo le uova e incomincio a impastare. Vi volevo dire una cosa molto interessante: se dobbiamo fare una pasta non ripiena va bene l’uovo intero quindi uova e farina, se vogliamo fare un impasto per esempio dei tortelli o delle paste ripiene magari non mettiamo la chiara dell’uovo ma mettiamo solo il rosso e quindi un pizzico di olio, un pizzico di sale, impastiamo e verrà una pasta molto più dura, molto più coriacea ideale per fare una pasta ripiena. Bene, l’impasto è pronto. Mi aiuto con un altro po’ di farina e vado a creare una bella palla. L’importante quando lavoriamo all’ultimo momento la pasta sul tagliere bisogna sempre lavorare con questa parte del palmo della mano perché la pasta non si deve rompere, non si deve stracciare, quindi la lavorazione giusta è questa: tiro su e spingo in questo modo. Bene, la palla di pasta è perfettamente amalgamata. Adesso prendo un coltello, taglio a metà, aggiungo la sfogliatrice e a questo punto posso tirare la sfoglia. Una cosa importante: quando si inizia a tirare la sfoglia il primo giro ripieghiamola su se stessa in questo modo. Si assottiglia bene, ancora un altro passaggio. Cerchiamo sempre di accompagnarla in questo modo e la taglio. La sfoglia come vedete deve essere leggermente grossa, non troppo sottile, non trasparente perché la pasta nei maltagliati si deve sentire. Allora, mentre la pasta si asciuga e riposa un attimo prepariamo la zuppa di fagioli. Vado a montare tutto il kit, mettiamo questo, la sua frusta gommata, un po’ di olio extravergine d’oliva, aggiungo della pancetta - anche questo è un avanzo della festa di ieri sera -. Faccio rosolare leggermente un po’ la pancetta con l’olio mettendo a 120 gradi. Faccio una cottura leggera a induzione. A questo punto, dopo che ha rosolato un paio di minuti, spengo e aggiungo tutti gli altri ingredienti. Per prima cosa i fagioli e la cipolla - ieri sera ho fatto una festicciola messicana sudamericana - aggiungo il pomodoro e poi il brodo. Imposto a 120 gradi e faccio cuocere tutto per 15 minuti. Essendo prodotti già tutti cotti non hanno bisogno di una cottura molto lunga. Prendo la spronella, taglio delle strisce di pasta - non è un problema se sono tagliati più grandi o più piccoli perché lo dice la parola stessa maltagliati -. Bene a questo punto preparo il sugo con le mazzancolle. Le taglio a pezzetti e vanno ripassati in padella velocemente. La padella dev’essere già bella calda. Basta proprio una scottata. Prendo un po’ di aglio perché mi piace l’idea di insaporire il tutto - poi magari l’aglio lo possiamo togliere alla fine - un po’ di timo, un po’ di origano, metto i gamberi, un po’ di erbe e poi aggiungo leggermente un po’ di acqua di cottura della pasta, verrà un sugo eccezionale. Aggiungo quindi un po’ di pepe - ci voglio aggiungere anche qualche datterino per dare un po’ di colore e dare anche quella parte acida al piatto perché naturalmente il sugo con le mazzancolle è un po’ dolce, così come i fagioli, quindi bisogna cercare anche di trovare una parte acida che andiamo a dare con il pomodoro -. Secondo me in questo sughetto è necessario metterci anche ancora un po’ di erbette. Ho visto nell’orto un po’ di basilico rosso e glielo metto dentro. Poi aggiungo anche un po’ di prezzemolo -non l’ho pestato, l’ho appena appena tagliato - perché voglio vedere un po’ di colore all’interno del piatto. Bene, intanto controllo la cottura della zuppa di fagioli. Direi che è perfetta. A questo punto non mi resta che frullare la zuppa di fagioli. Chiudo con il tappo. Bene, ci siamo, vediamo com’è. La zuppa di fagioli è pronta. Ecco fatto. Butto i maltagliati - con i maltagliati sarà una cottura veloce quindi su e giù - e una bella spadellata. Anche se il sugo è un po’ lento non ci sono problemi perché comunque la pasta deve assorbire un po’ tutto il sughetto quindi lo lascio su, lo faccio riprendere, aggiungo un filo di olio e metto anche un po’ di pepe. Poi siccome a me piacciono i piatti dal sapore un po’ strong, siccome è rimasta un altro po’ di pancetta sapete cosa faccio? Questo. Ed ecco a voi. Una piccola saltata e non mi resta che impiattare. Metto la zuppa di fagioli nella base del piatto, metto i maltagliati, un po’ di mazzancolle, un po’ di pomodorini, mette un filo di olio, un filo di pepe e poi un po’ di erbe. Scelgo della maggiorana, scelgo dell’origano e anche un po’ di timo, tutto sfogliato sul piatto, in questo modo a foglioline. Ecco, il mio piatto di maltagliati con mazzancolle in brodetto di fagioli è pronto. Abbiamo fatto festa ieri e anche oggi. Buon appetito.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Uno
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky