Selvaggina con senape

Iniziamo con Alain. Il perito assicurativo valdostano ci saluterà con una ricetta che parla della sua terra: cervo alla senape, con cavolo e lardo. “Ieri, purtroppo, la mia esperienza a MasterChef si è conclusa. Ho deciso di salutarvi con un piatto della tradizione valdostana, la mia regione, la mia terra: cervo alla senape, con cavolo e lardo. Scaldo la padella perché voglio rosolare il cervo con il burro e l’olio. Taglio a cubetti la carne di cervo. Tra i vari tipi di selvaggina, il cervo è quello che preferisco. Ha pochissimo grasso, anche perché i cervi corrono. Passo a rosolare il cervo. Solitamente, cucino questo piatto per amici o fidanzate in casa, quando abbiamo delle cene un po’ particolari, passando del tempo tra amici. Direi che la rosolatura è a posto. Prendo il pangrattato per preparare la panatura con le varie erbe aromatiche. Per me la cucina è una distrazione. Sono un perito assicurativo sempre sotto stress, perché è un lavoro molto particolare. Quindi, quando arrivo a casa e ho la possibilità di distrarmi con la cucina ben venga. Quasi tutti i giorni, in pratica, avviene così. Inserisco le erbe nel pangrattato e aggiungo del pepe nero. La panatura è pronta. Alzo la salsa di senape e aceto balsamico. Aggiungo anche del sale nella salsa. Passerò il cervo direttamente dentro la salsa di senape e aceto balsamico. Cerco di amalgamare bene con la salsa, che sia uniforme e che prenda tutto il gusto che deve prendere questo cervo. Inizio a impanare per poi andare ad infornare. Questo piatto l’ho creato con un amico, Willie, un cuoco fantastico che mi ha trasmesso la passione della cucina. Adesso, dopo MasterChef, magari qualche consiglio glielo darò io. L’impanatura è ultimata. Adesso andrò ad infornare a 180 gradi per circa 30-35 minuti. Ora passo alla preparazione del contorno: cavolo con lardo. Il lardo è un prodotto tipico delle mie zone. La Valle d’Aosta ha molti prodotti legati al territorio. Riscalderò la padella per far sciogliere con un filo d’olio il lardo. Proprio una punta d’olio perché, essendo lardo, è già abbastanza grasso di suo. Con il lardo ci siamo. Adesso andremo a tritare finemente il cavolo. MasterChef mi ha rafforzato. Oggi mi sento più vivo. Unisco il cavolo con il lardo in padella. Attenzione soprattutto a non andare a bruciare il cavolo. Visto che ho dell’aceto balsamico, ne aggiungo una punta per sfumare il cavolo e richiamare il sapore della carne. Il cavolo e il lardo sono pronti. Posso iniziare ad impiattare. Andiamo a controllare se il cervo è pronto. La cottura è perfetta. Adagio il cervo sul letto di cavoli e lardo. Vado a chiudere il piatto con una foglia di maggiorana e una goccia d’olio extravergine d’oliva. Il piatto è pronto. Ecco il mio cervo alla senape, con cavolo e lardo. Con questo piatto vi saluto. Buon appetito a tutti”. Per tutte le ricette e le interviste esclusive degli eliminati, vai sul sito masterchef.sky.it.


  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate