Tagliatelle di grano arso, cozze e pomodorini

Romina, l’aspirante chef della provincia di Pisa, ci presenterà un piatto dedicato alla sua infanzia: tagliatelle di grano arso con pomodorini arrosto e cozze su crema di cannellini. “Oggi vi preparerò il mio piatto forte, le tagliatelle di grano arso con pomodorini arrosto e cozze su crema di cannellini. Prendo la semola rimacinata, la farina di grano arso, un uovo. Inizio ad impastare. Metto la farina insieme alla rimacinata e alla farina di semola di grano duro, che viene resa più fine da un processo di macinatura doppio. Preparo una fontana ed aggiungo la farina di grano arso. L’uovo intero. Aggiungo un pizzico di sale e inizio ad impastare. Continuo ad impastare finché non otterrò un impasto omogeneo. Prima con la punta delle dita e poi mi aiuterò anche con l’altra mano. La farina di grano arso è tipica della tradizione povera pugliese perché veniva ricavata dal grano che rimaneva dopo il primo raccolto. La avvolgiamo e la mettiamo a riposare. Ora passo a preparare i pomodorini arrosto. Prendo i pomodori pachino. Taglio semplicemente i pomodorini a metà. Non hanno bisogno di particolari attenzioni. Ecco qua. I pomodorini sono pronti. Prendiamo la nostra teglia forno e li mettiamo sulla teglia con il lato tagliato verso l’alto, in modo che possano raccogliere tutto il condimento che andrò a mettere adesso. Prendo il timo. Metto un pochino di foglioline di timo sopra ogni pomodorino, in modo che in cottura queste vadano ad insaporire anche l’interno. Adesso prendo lo zucchero, così esaltiamo la sapidità del pomodoro e togliamo quel pizzico di acidità che, altrimenti, sarebbe un po’ fastidiosa. Un pochino di sale su ogni pomodorino. Un po’ di olio. Ultimo ingrediente: un pizzico di pepe. Adesso mi sembra perfetto. Possiamo infornare i pomodorini a 220 gradi in forno ventilato per 20 minuti. Adesso passo alla prossima preparazione. Apro le cozze. Scaldo un filo d’olio in padella ed aggiungo uno spicchio d’aglio in camicia e leggermente schiacciato. Lo mettiamo qua. Aggiungiamo le cozze. Copro e muovo un pochino. Mentre si aprono, aggiungo un goccio di vino bianco. Una volta evaporato il vino, copriamo la padella con le cozze in modo che il vapore le lasci aprire per bene. Basta qualche minuto e le cozze sono pronte. Adesso divido le cozze dalla loro acqua di cottura. Questa la filtro perché mi servirà per preparare la crema di cannellini. Questo è un piatto che preparo molto spesso per la mia famiglia e per le mie amiche che, ormai, quando vengono a cena a casa mia, mi chiamano e mi chiedono anche cosa vogliono per cena. Questo è uno dei piatti che preferiscono. Separo le cozze dalla loro acqua di cottura e la filtro per togliere qualsiasi impurità. Queste le teniamo da parte. Adesso passiamo alla crema di cannellini. Qui ho dei cannellini già cotti. A casa li faccio ammollare 12 ore, poi li cuocio a fuoco basso in abbondante acqua e li salo a fine cottura. Mi sono tenuta anche da parte un pochino di acqua di cottura dei cannellini perché potrebbe servirmi per preparare la crema. Li frullo con il frullatore ad immersione, aggiungo i cannellini cotti, un cucchiaio di acqua di cottura dei cannellini e, per ora, un cucchiaio di acqua di cottura delle cozze. Questa servirà per dare sapore alla crema. La crema la mettiamo da parte e passiamo alla prossima preparazione: le tagliatelle. Ci aiutiamo sempre con un pochino di farina, in modo che quando stendiamo la pasta non si appiccichi. Prendiamo il mattarello e cominciamo. In questo momento della mia vita, la cucina ha preso un ruolo ancora più importante perché ho deciso di prendere in mano il coraggio e dare le dimissioni. Lavoravo in banca, ma era una vita che a me non piaceva. Quindi, ho abbandonato il lavoro in banca che facevo per dedicarmi interamente alla cucina. Adesso sono felice. MasterChef per me è una grande occasione, quella di far scoprire a chi adesso non lo sa quella che è la mia ispirazione di cucina e, oltre a questo, far sì che la cucina diventi il mio futuro lavoro. La sfoglia non deve essere sottilissima, perché alla fine è un piatto rustico, un piatto di casa, quindi è buona anche sentirla un po’ sotto i denti. L’ho stesa alla giusta altezza. Adesso la spolvero per bene con un po’ di farina e la arrotolo. Adesso prendiamo un coltello e facciamo le tagliatelle. Tagliamo delle tagliatelle spesse mezzo centimetro, anche perché in cottura, essendoci l’uovo, tenderanno un pochino ad allargarsi. Abbastanza sottili, ma non troppo. Una volta pronte, le tagliatelle le andiamo a spolverare bene con la semola per fare in modo che, durante il riposo, non si attacchino e le lasciamo riposare. Adesso sguscio qualche cozza che mi servirà per saltare la pasta. Le metto semplicemente qua dentro. Ne ho lasciate un paio con il guscio per la decorazione. Riprendo l’acqua di cottura delle cozze. Adesso vado a controllare la cottura dei pomodorini arrosto. Anche i pomodorini sono pronti. Leggermente bruciacchiati in superficie. Sicuramente saranno molto gustosi. Adesso posso cominciare a preparare il condimento. Prendo la padella. Mi servirà per saltare la pasta, quindi deve essere una padella abbastanza larga. Metto un filo d’olio e un altro spicchio d’aglio in camicia che dà un po’ di sapore. Nel frattempo che si scalda l’olio, metto a cuocere le tagliatelle. Le tagliatelle devono cuocere pochi minuti. Nel frattempo, passo al condimento. Metto qualche pomodorino arrostito in padella che mi servirà ad amalgamare tutti i sapori. La pasta, praticamente, è pronta. La posso mettere in padella. Aggiungo un po’ di acqua di cottura delle cozze e metto anche le cozze. Salto in modo che la pasta si insaporisca per bene. Impiattiamo. Prendo di nuovo la mia crema di cannellini e la metto al centro del piatto. Aggiungo le tagliatelle al centro del piatto, un po’ di pomodorini, un po’ di cozze e un po’ di questo buonissimo sughetto. Sistemo per bene le guarnizioni lasciando una cozza con il guscio, un rametto di timo, una grattugiata di pepe fresco e, dulcis in fundo, un filo d’olio. Il mio piatto forte è pronto: tagliatelle di grano arso con cozze e pomodorini arrosto su crema di cannellini. Buon appetito”. Per conoscere i protagonisti di MasterChef Italia vai sul sito masterchef.sky.it.

  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate