Gabriele a Master of Pasta

Gabriele non sarà il prossimo Masterchef, ma ha ancora una grande opportunità: quella di diventare il prossimo Voiello Master of pasta. Per vincere, il suo piatto dovrà essere il migliore tra tutti. Lo sarà? “Ciao Gabry, benvenuto! Com’è andata l’esperienza?” “Bella esperienza. Faticosa, stressante, ma appagante.” “Io te ne regalo un’altra oggi. Grembiule azzurro: possibilità di diventare il nuovo Voiello Master of pasta. Ti ho preparato una mystery”. “Eccola qua”. “Arancia, sarde, aglio, del pane secco, capperi, pistacchi, e basta. Tu dovrai scegliere la protagonista del piatto: la pasta Voiello. Oh, penne rigate e spaghetti”. “Sceglierei le penne rigate”. “Perché?” “Perché le scanalature trattengono bene il sugo e…” “Ti dirò di più. Sono rigate anche dentro. Tu avevi la possibilità di portare un ingrediente. Cosa mi hai portato?” “Ho portato le zucchine”. “Dove sono?” “Sono qui.” “Le tenevi nascoste”. “Le tenevo nascoste”. “Perché le zucchine?” “Sono zucchine che si possono coltivare sugli orti di edifici piani, anche in città, come faccio io negli orti urbani.” “Ottimo! Bello, farsi l’orto in casa! Undici minuti, il tempo di cottura delle penne rigate. Undici minuti che hai a disposizione per completare il tuo piatto. La tua sfida comincia ora!”. La sfida di Gabriele è creare in undici minuti, con gli ingredienti della mystery box, il suo alleato perfetto, e le penne rigate Voiello, un piatto che sia degno del titolo di Voiello Master of pasta. “Bene. Che idea hai? Voglio che me la racconti” “Allora, io metterei subito i pistacchi a tostare in forno”. “Ottima idea. Quindi, 200 gradi, circa cinque minuti sono sufficienti”. “Sì, cinque minuti sono sufficienti. Poi inizio a pulire le sarde”. “Mettiamo i capperi in ammollo, intanto?” “Grazie, perfetto”. “Ma figurati. Appena schiacciato, perfetto…” “Poi l’olio… Ho fatto una dadolata d’arancia, che aggiungo per dare un po’ di sugo. Preparo le zucchine”. “Sarde, arance, e nel frattempo quattro minuti sono passati.” “Toglierei magari anche l’aglio in camicia”. “Alè, i nostri pistacchi si sono tostati. Ok, è rimasto un solo minuto, dobbiamo andare fortissimo. Grattugia. Quindici secondi, è ora di scolare la pasta”. “Via!” “Vai vai vai vai, salta salta salta salta salta! Cinque, quattro, tre, due, uno. Via la padella dal fuoco. a pelo, eh! Ce l’abbiamo fatta. Sei contento?” “Ce l’abbiamo fatta. Sì.” “Cosa ci manca?” “Assaggiarla.” “No, il nome del piatto!” “Penne rigate sarde e arance.” “Basta?” “Basta”. “Pulito, perfetto, e adesso sarà il pubblico a decidere se questo è il piatto del nuovo Voiello Master of pasta. Quindi?” “Quindi, provate a fare la ricetta, spero che vi piaccia e se vi piace votatemi”. “Ecco, che le sarde fanno bene.” “Molto bene”. “Grazie”. “Prego”. Ora il giudice sei tu! Vota la prova di Gabriele nella cucina di Voiello per farlo diventare il prossimo Voiello Master of pasta e aggiudicarti uno degli esclusivi kit Voiello. Ma tanti altri sono in gara, non perderti nessun episodio.


  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate