Maria a Master of Pasta

La sfida di MasterChef per Maria si è conclusa, ma per lei si aprono le porte di Voiello Master of pasta. Per vincere, il suo piatto dovrà essere il migliore fra tutti. Lo sarà? “Ciao, Maria. Benvenuta”. “Ciao, Simone”. “Molto piacere. Bacino”. “Piacere”. “Cosa è successo?”. “Sono stata eliminata...”. “Con un piatto di pasta”. “Con un piatto di pasta”. “Hai una grande occasione. Hai l’opportunità di diventare il nuovo Voiello Master of pasta”. “Lo spero, guarda”. “Ti ho preparato una bella Mystery. Cosa dici? Ti piacciono?”. “Due ingredienti un po’ meno. Gli altri sì”. “Fammi indovinare. La fontina e il latte”. “Già”. “Però, guarda, hai la paprika, il pomodoro rosso ramato, il basilico rosso e la ricotta salata. Io ho scelto gli ingredienti, ma tu devi fare una scelta: la protagonista. Farfalle e tofarelle”. “Io sceglierei le tofarelle. Prende bene tutto il condimento ed è rigata, come piace a me. Quindi, vai”. “Però tu avevi anche la possibilità di portare un ingrediente”. “Lo zucchero”. “Lo zucchero. Perché lo zucchero?”. “Perché a causa dello zucchero sono stata eliminata, si può dire. Ho esagerato”. “Quindi, è proprio una rivincita a 360 gradi”. “Sì. A partire dalla pasta per arrivare allo zucchero”. “Undici minuti è il tempo di cottura della pasta, che è lo stesso tempo che hai a disposizione per completare il tuo piatto. La tua sfida comincia ora”. La sfida di Maria è creare in undici minuti, con gli ingredienti della Mystery Box, il suo alleato perfetto e le tofarelle Voiello, un piatto che sia degno del titolo di Voiello Master of pasta. “Preparo il pomodoro tagliato sottile a fettine, perché poi lo voglio cuocere leggermente al forno. Un po’ di sale e pepe”. “Zucchero”. “Lo zucchero e poi la paprika. Adesso grattugio la ricotta, perché poi voglio scioglierla sul fuoco con un goccio di latte”. “Vai, vai, vai, che il tempo corre”. “Sì”. “Vai, vai, vai. Velocissima, perché nel frattempo sono già trascorsi quattro minuti”. “Adesso so spezzettando il basilico, perché voglio creare una specie di pesto da unire alla crema di ricotta e poi, con questo, creare il condimento per la pasta. Aggiungo un po’ di ghiaccio”. “Okay. Basta”. “Aggiungo un po’ di questa salsa al basilico”. “Ultimo minuto. Ci rimangono?”. “I pomodorini, che sono pronti”. “Saltiamo la pasta”. “Saltiamo la pasta, sì”. “Trenta secondi. Ah, la cremina di ricotta”. “La cremina di ricotta”. “Tre, due, uno. Giù le mani. Via i cucchiai. Finito”. “Finito”. “Com’è andata?”. “È andata bene”. “Quindi, manca?”. “L’impiattamento”. “Sarai pure contenta”. “Sì, sono soddisfatta”. “Manca una cosa”. “Cosa?”. “Il nome del piatto”. “Crudaiola destrutturata”. “Adesso tocca al pubblico decidere se questo è il piatto del nuovo Voiello Master of pasta. Quindi?”. “Votatemi perché voglio la mia rivincita, quindi voglio vincere Master of pasta. Stavolta voglio vincerla davvero”. “Adesso mangiamo”. “Mangiamo”. Ora il giudice sei tu. Vota la prova di Maria nella cucina di Voiello per farla diventare il prossimo Voiello Master of pasta e aggiudicarti uno degli esclusivi kit Voiello. Tanti altri sono in gara. Non perderti nessun episodio.


  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate