Castelvolturno: le tartarughe tornano a nidificare

Lido Miramare, Castel Volturno, litorale casertano. Queste meravigliose immagini che abbiamo girato poche ore fa fanno a pugni con il racconto di questo territorio negli ultimi vent’anni. “Stiamo vedendo un aumentare di biodiversità su questo territorio meraviglioso. Proprio Castel Volturno, proprio il litorale Domizio, questa zona che è sempre agli onori della cronaca perché terra dei fuochi, per le problematiche che ci stanno, che purtroppo non possiamo negare, non possiamo sottacere”. Terra umiliata dalla presenza della mafia dei Casalesi, diventata pattumiera d’Italia di rifiuti di ogni genere, interrati dai camorristi. “La nostra forza. Se una cosina così piccola ci riesce, ci dobbiamo riuscire anche noi, anche i nostri figli, no?”. “Io sono straniera, ma comunque vivo a Napoli, è stata un’emozione, per caso, ma un’emozione”. “Questo dualismo che esiste in quest’area, che è tanto martoriata dall’uomo e tanto ancora scelta dalla natura e dagli animali, è sicuramente una cosa che la rende particolare e forse unica al mondo”. La Stazione zoologica “Anton Dohrn” di Napoli gioisce per questi eventi. Assieme a WWF, Legambiente e altre associazioni ambientaliste, proteggono la nidificazione delle tartarughe sulle coste campane. “Finalmente anche questa spiaggia ha avuto il suo nido di tartarughe, una cosa che ha visto la partecipazione dei bagnanti dello stabilimento e dei proprietari dello stabilimento balneare, che ci hanno aiutato a individuare il nido, a proteggere i dieci piccoli che stavano in emersione durante le ore diurne e consentirci così di liberarli”. Qui siamo nel Cilento, a Camerota, delizioso e incontaminato angolo del Mediterraneo, e sono sempre piccole tartarughe Caretta Caretta che due settimane fa lasciarono il nido e si tuffarono nel Mediterraneo.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky