Cavalcavia Lecco, riaperta la Strada Statale 36

La strada statale 36 a Lecco è stata riaperta al traffico come da previsioni. Le squadre di pronto intervento, con tecnici specializzati, hanno concluso la rimozione delle macerie e riasfaltato la sede stradale della superstrada a due carreggiate, sulla quale, venerdì pomeriggio, sotto il peso di un TIR, si è abbattuto un cavalcavia causando un morto e quattro feriti. La riapertura è avvenuta poco dopo le 19, dopo tre giorni di blocco che hanno mandato in tilt il traffico, soprattutto in questi giorni di grandi spostamenti per le celebrazioni di Ognissanti e dei morti. La statale del Lago e dello Spluga è, infatti, una delle più importanti arterie di collegamento tra le Province di Lecco, Sondrio, Bergamo, Monza e Brianza fino a Milano. Gli uomini dell’ANAS stanno verificando anche la stabilità degli altri venticinque ponti che attraversano la statale 36, costruiti nello stesso periodo di quello crollato e con gli stessi materiali. L’inchiesta, aperta dalla Procura di Lecco attorno alle ipotesi di omicidio colposo e disastro colposo, dovrà chiarire due aspetti, da una parte dovrà dire perché il ponte sia crollato e di chi sia la responsabilità e dall’altro stabilire come la tragedia potesse essere evitata e quindi chi avrebbe dovuto chiudere al traffico il ponte dopo che era stato notato il distacco di detriti. Tra ANAS, competente sulla strada statale 36, e la Provincia di Lecco, competente sulla provinciale del cavalcavia, c’è stato un continuo rimpallo di accuse.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky