Comiso, Comune denuncia sul web chi getta rifiuti in strada

Cittadini sporcaccioni beccati dalle telecamere, video postato in rete e multa da seicento euro, che presto verrà recapitata a casa. Succede a Comiso, nel Ragusano, dove l’Amministrazione comunale ha iniziato a usare il web per denunciare pubblicamente chi sporca il territorio. Allora, ecco che su YouTube, sulle note dei “Tre piccoli porcellini”, arrivano le immagini di auto che si fermano sul ciglio della strada e di cittadini che gettano di tutto in una discarica abusiva: sacchetti, vecchi mobili, materassi, resti di ristrutturazioni edili e anche elettrodomestici dismessi. Invece di chiamare l’apposito servizio di ritiro o portare questi oggetti nelle discariche autorizzate, hanno preferito disfarsene in questa maniera, ignorando probabilmente la presenza delle telecamere, che hanno ripreso tutto e soprattutto i numeri di targa delle auto che trasportavano i rifiuti abbandonati. Una scelta 2.0, quella fatta dall’Amministrazione comunale di Comiso, che in questo modo cerca di arginare un fenomeno che purtroppo è duro a morire. Forse la gogna mediatica e seicento euro di verbale serviranno a sensibilizzare le coscienze. A Palermo, invece, è stata creata una task force di vigili urbani specializzata nello smascherare chi sporca. Armati di telecamere, riprendono chi abbandona rifiuti e poi, prove alla mano, contestano il verbale. Dall’inizio dell’anno sono state elevate duecentoquindici multe.


  • TAG
Autoplay

Playlist Correlate