Corona in carcere, domani interrogatorio del Gip

Chissà se Fabrizio Corona domani, in carcere, davanti al GIP deciderà di parlare. Chissà se lui e la sua assistente fidata, Francesca Persi, entrambi in cella con l’accusa di intestazione fittizia di beni, daranno la stessa versione dei fatti o preferiranno tacere. L’indagine che li ha portati a San Vittore è arrivata alla svolta quando Geraldine Darù, ex dipendente factotum della società Atena, nata dalle ceneri della Fenice Srl, dopo che la Corona era fallita in seguito al primo arresto del fotografo dei vip nel 2007, per via dell’inchiesta Vallettopoli, ha raccontato al PM titolare dell’inchiesta di aver custodito per la Persi un borsone contenente buste bianche piene di contanti. Una montagna di contanti che i magistrati stimano essere stata di oltre 1,5 milioni di euro. “Era il nero realizzato evadendo le tasse”, sarebbe dichiarato a verbale. E a confessarlo sarebbe stata la stessa Persi, dopo che gli investigatori hanno trovato nel controsoffitto del soggiorno di casa sua proprio quel milione e mezzo abbondante di euro all’origine dell’arresto. Soldi che, nel corso dei mesi, le erano costati per ben due volte l’intrusione nell’appartamento di ladri che, stando alle ipotesi degli inquirenti, cercavano gli stessi contanti e avevano sfondato i muri di casa pur di trovarli. Una prestanome fidatissima, pronta a tutto per aiutare Fabrizio Corona. Non solo farsi intestare fittiziamente la sua attività nel 2014, ma anche portare i suoi soldi all’estero e, da ultimo, cercare di contattare Geraldine, ex segretaria, per sapere cosa avesse raccontato al PM durante l’interrogatorio dello scorso settembre, quando l’indagine sul loro conto era già più che avviata.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky