Assegni contraffatti, scoperta banda di falsari: 7 arresti

Lui è un dipendente del Centro meccanizzato postale di Napoli: si guarda intorno e, nascosto dalle cassette per lo smistamento delle lettere, porta via un mazzetto di assicurate e raccomandate che contengono assegni. È il basista della banda di falsari, sette persone in tutto, ognuna con un preciso compito, che la polizia di Torino ha arrestato dopo un anno di indagini. Gli assegni, trafugati alle Poste, tutti emessi da assicurazioni per risarcire sinistri stradali, infatti venivano poi consegnati al falsario, la vera mente del gruppo, che riproduceva i documenti falsi di chi doveva incassarli e li distribuiva agli altri complici. Per loro poi era semplice andare in banca e farseli accreditare, dopo aver aperto un conto corrente. Finora sono state scoperte truffe a Genova, Pisa, Livorno, Cuneo, Novara e Torino, da dove, appunto, l’indagine è partita. Ma gli inquirenti, che finora hanno accertato indebiti incassi per oltre quattro milioni di euro, sospettano che il giro d’affari della banda sia molto più vasto. Ora i sette arrestati dovranno rispondere di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio, possesso e fabbricazione di documenti falsi e peculato

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky