Fertility Day, le reazioni dei creativii

Che sia poco difendibile lo dice anche il Ministro della salute, Beatrice Lorenzin, che la definisce brutta. La campagna per il “Fertility Day”, insomma, è stato uno scivolone, tale da portare il Ministro a revocare l’incarico al Direttore generale della comunicazione. Ma come si è arrivati a questo punto? La strategia di comunicazione è stata decisa dal Dipartimento apposito, quello per la comunicazione e per i rapporti europei e internazionali, alla cui guida stava il Direttore Daniela Rodorigo. Dal sito del Ministero si evince un curriculum rispettabile: avvocato di quarantasette anni, con esperienze nel settore della sanità; ha curato, tra l’altro, la comunicazione del Ministero per Expo e della Giornata nazionale della salute della donna. Percepisce, come reso noto dallo stesso Ministero, lo stipendio da dirigente, pari a 236.000 euro lordi l’anno, ed era a capo di una struttura complessa che si occupa non solo della comunicazione in senso stretto, ma anche dei rapporti internazionali del Ministero. Ad aggiudicarsi la campagna, indetta regolarmente con bando il 15 dicembre scorso, l’agenzia Mediaticamente, che ha percepito 113.000 euro, a cui vanno aggiunti altri 38.000 all’ANCI ComuniCare per la comunicazione territoriale. Insomma, tanti soldi, una struttura interna complessa, un’agenzia pubblicitaria esterna e un simile disastro. Il Ministro Lorenzin si è giustificata sostenendo di aver approvato un’immagine diversa. Ma resta, comunque, un flop dal punto di vista della comunicazione. Tanto che all’annuncio della Lorenzin di indire un nuovo bando ha risposto l’associazione che unisce i principali professionisti nel settore della comunicazione pubblicitaria, l’Art Directors Club Italiano, che si è detta disponibile a collaborare, anche a titolo gratuito. Non tutti nel settore la pensano così. Alfredo Accatino, Direttore Creativo della Filmmaster Events e fondatore di CREATIVI, il più importante gruppo social di settore, con diecimila professionisti, si spinge a chiedere le dimissioni del Ministro. “Quello che ha detto il Ministro noi lo troviamo totalmente inaccettabile ed è anche la dimostrazione perché a livello governativo noi facciamo le peggiori campagne sociali d’Europa. Insomma, manca una capacità di organizzazione e pianificazione delle campagne e mancano forse delle persone che fanno questo lavoro nei posti giusti”.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky