Milano: esplosione in un bar, 11 feriti

Sono ancora ignote le cause dell’esplosione che stanotte, verso l’1,30, ha distrutto il locale Icinquegradini in Corso Regina Giovanna, nel centro di Milano: 11 feriti, tra cui un ragazzino di 13 anni. Si tratta di condomini dei piani di sopra rimasti intossicati, lievemente ustionati e fatti uscire in strada subito dopo l’esplosione. Nessuno di loro è in gravi condizioni, alcuni sono leggermente intossicati, altri lievemente ustionati. In mattinata hanno potuto rientrare tutti nelle loro abitazioni. Le serrande del bar sono volate sulle rotaie del tram. Inizialmente si era ipotizzata una fuga di gas all’origine dello scoppio, ma non si esclude possa essersi trattato di un atto doloso. Gli investigatori non hanno avvertito alcun odore né di gas, né di liquido infiammabile. Dai primi riscontri risulta che l’esplosione è avvenuta all’interno del locale. La saracinesca è stata divelta verso l’esterno. Secondo le prime ricostruzioni, poco prima dell’esplosione sarebbero state viste almeno tre persone aggirarsi nel cortile retrostante il bar. Si potrebbe trattare, quindi, di un ordigno fatto esplodere a scopo di intimidazione contro i proprietari del locale, ma si attendono ancora conferme dei rilievi dei Vigili del fuoco. La palazzina è stata evacuata al momento dell’esplosione, ma i condomini sono rientrati dopo che è stata accertata l’agibilità dello stabile.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky