Mitra e chiodi sull' A27, assaltato portavalori

I chiodi in autostrada per bloccare il traffico, l’assalto al furgone portavalori con tanto di mitra e perfino un TIR messo di traverso per impedire l’arrivo delle Forze dell’ordine. È successo martedì sulla A27 Venezia-Belluno. Sono le 18.30 circa quando un commando entra in azione poco dopo il casello di Treviso Sud, in direzione nord. Decine di auto sono costrette a fermarsi: l’asfalto è pieno di chiodi. Due automobilisti, tra cui una donna incinta, vengono soccorsi. Più avanti l’agguato. I rapinatori, a bordo di una Porsche e di una Land Rover, attaccano il blindato della Civis, che trasporta il denaro e la staffetta di scorta. Sparano con dei mitra. “Abbassate la testa”, gridano le guardie giurate all’interno. Una di loro rimarrà ferita a una gamba, un’altra sarà ricoverata, sotto shock, in ospedale. Un rapinatore tenta di sfondare il tetto del portavalori, fallisce. Nel frattempo, sulla carreggiata opposta altri componenti del gruppo su una Fiat 500 lavorano per garantire una via di fuga ai complici. Bloccano un TIR, si fanno dare le chiavi dall’autista, piazzano il mezzo di traverso. Alla fine, il commando riesce a scappare sfondando una recinzione a bordo di altre auto. In tutto, secondo la Squadra mobile, sono cinque le macchine usate. Tre sono state recuperate senza targa e piene di chiodi. Una persona è stata portata in questura: la sua posizione è al vaglio degli investigatori. Stando ai primi accertamenti, il colpo è fallito. Le ricerche del gruppo proseguono verso Belluno e Pordenone.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky