Persone scomparse, 9 italiani su 10 tornano a casa

Sono 36.902 le persone scomparse in Italia, un fenomeno allarmante e doloroso, come ha detto il Ministro Alfano, perché continua ad allungarsi la lista aperta nel 1974 e perché dietro ogni numero c’è una storia triste, una persona che non si trova e una famiglia che piange. “Le denunce di scomparsa maggiori che arrivano nel mio ufficio sono di nostri connazionali, che però riusciamo a portare a casa fino al 91 per cento. Quindi, rimane un’esigua parte…”. “E nove su dieci tornano a casa”. “Nove su dieci tornano a casa. Quando, invece parliamo di stranieri, per il semplice fatto che non vengono in Italia per rimanervi, ma lo usano come ponte su altri paesi cui sono diretti, perché magari ci sono comunità di appartenenza, questa percentuale non sale oltre il 70-71 per cento”. Sebbene le denunce di scomparsa siano comunque in aumento, le persone rintracciate, al 30 giugno di quest’anno, sono state più di 138.000, il che significa il 78,9 per cento di quanti scomparsi. Gli uomini sono più delle donne. 5.222 i minori stranieri non accompagnati scomparsi, 28 al giorno nei primi sei mesi del 2016. Sicilia e Lazio le regioni più colpite dal fenomeno. L’allontanamento volontario rimane la causa principale, ma anche la crisi economica ha sicuramente influito significativamente su questo trend positivo. “Credo che il disagio che sta interessando molte delle nostre famiglie, da qualche anno a questa parte, abbia influito su questo”.

  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate