Pestaggio metro Roma. Arrestato il terzo aggressore

Finisce in manette anche il terzo componente del gruppo protagonista del feroce pestaggio avvenuto il 18 settembre scorso in un vagone della Metro B, a Roma. Si tratta di Gennaro Riccitiello, fratello di Luigi, arrestato immediatamente dopo il pestaggio, insieme con Antonino Senneca, con l’accusa di tentato omicidio. Nelle immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso della metropolitana appariva evidente che erano in tre ad aver massacrato di botte, calci e pugni Maurizio Di Francescantonio, poi trasportato in ospedale con una frattura della scatola cranica e un’emorragia cerebrale. La vittima aveva soltanto rimproverato i ragazzi, perché stavano fumando a bordo del treno. Un breve scambio di battute che aveva dato il via alla violentissima reazione, in cui era rimasta coinvolta anche la madre di Di Francescantonio. Tutti e tre gli arrestati, che arrivano dalla provincia di Caserta, hanno precedenti penali. Gennaro Riccitiello era riuscito a far perdere le proprie tracce ed era stato identificato successivamente proprio grazie alle immagini di videosorveglianza. Stamattina gli uomini del Commissariato Viminale lo hanno arrestato nella sua abitazione e trasferito in carcere a Napoli.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky