Sisma, la ricostruzione è un percorso lungo

Tornare alla normalità non è facile ad Amatrice. I lutti – 236 morti solo in questo paesino –, questo paesaggio irreale di macerie e lo sciame sismico infinito (in queste ore un’altra scossa di magnitudo 4.1 della scala Richter) riportano ad una realtà difficile. Quelle che vi proponiamo sono immagini di una domenica qualunque ad Amatrice. I Vigili del fuoco continuano a rimuovere macerie e, sfidando pericoli e la legge di gravità, continuano ad entrare nelle abitazioni crollate o in bilico per recuperare oggetti di valore o anche beni utili a chi il 24 agosto passato riuscì a scappare dalle case che crollavano sotto i colpi di un sisma devastante. La normalità arriverà; un poco alla volta, ma arriverà. L’esercito costruisce scuole nella zona del sisma, e questa è una delle tante. Al capo della Protezione civile abbiamo chiesto quando si potrà cominciare a parlare di ricostruzione e lui, l’ingegnere Fabrizio Curcio, con la consueta lucidità, ci risponde così: “Siamo nella piena fase dell’assistenza, quindi con le Regioni stiamo spingendo per il recupero delle macerie. Nel Lazio è già partito il recupero dell’amianto; nelle Marche sarà un recupero unico, amianto e macerie. Quindi, ovviamente la ricostruzione sarà una fase successiva, soprattutto bisognerà che si pianifichi bene quest’aspetto della ricostruzione. Ma su questo il commissario Errani ha già dato delle indicazioni. Il decreto-legge è stato approvato martedì scorso, quindi direi che ci sono le basi per ragionare, ma la ricostruzione è un percorso lungo”.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky