Il Governo rivede al ribasso le stime di crescita

Il Governo fa i conti con una realtà più dura del previsto. A notte fonda, il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ammette: nel rifare i calcoli sullo stato di salute dell’economia italiana (cosa possiamo permetterci di spendere e cosa no), alla fine è passata la linea prudenziale del Ministro Padoan. L’Esecutivo rivede quindi al ribasso le stime di crescita: niente PIL all’1,2 per cento, quest’anno. Il 2016 si chiuderà allo 0.8. Di conseguenza, diventa più modesto anche l’obiettivo per il 2017: dall’1,4 a un più realistico e contenuto 1 per cento. Se l’economia italiana resta anemica, Renzi non vuol rinunciare a cercare di rilanciarla con la spesa pubblica. Il deficit programmato per quest’anno sale quindi al 2,4 per cento – più di quanto promesso a Bruxelles lo scorso aprile – e al 2 per cento nel 2017, ma con un ulteriore 0,4 per cento, cioè, circa 8 miliardi necessari per fronteggiare quelle che l’Esecutivo considera spese eccezionali, legate alla crisi dei migranti e all’emergenza terremoto, e sui quali il Presidente del Consiglio non vuol sentire contestazioni da parte dell’Europa. Alla Commissione, l’Italia comunicherà anche quest’anno. Il rapporto debito/PIL non scenderà, colpa – ha detto il Ministro dell’economia – di una inflazione bassa che purtroppo non è sotto controllo del Governo ma della Banca Centrale Europea. Il debito pubblico sale quindi dal 132,4 per cento annunciato, al 132,8. Per vederlo ridursi bisognerà aspettare il 2017, quando dovrebbe attestarsi al 132,2 per cento della ricchezza nazionale. I numeri dell’aggiornamento del Documento di economia e finanza saranno il perimetro nel quale sarà scritta la prossima e nuova legge di bilancio, una manovra che dovrebbe valere non oltre 25 miliardi, di cui 15 solo per evitare le temute clausole di salvaguardia ereditate dai Governi precedenti. Il resto andrà a finanziare gli interventi annunciati finora, che saranno dettagliati prossimamente, come la riduzione delle tasse sulle imprese e quello sulle pensioni.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky