Manovra, governo lima il testo: ecco bonus bebè

Il testo è in ritardo, è atteso in Parlamento a giorni. Il Governo si sta prendendo tutto il tempo per limarlo. Fioccano le indiscrezioni, prima fra tutte quella di un pacchetto famiglia: dal primo gennaio prossimo, infatti, potrebbe arrivare un bonus da 800 euro per le donne incinte, da richiedere raggiunto il settimo mese di gravidanza. Per i nati dal primo gennaio 2016, invece, sarebbe introdotto un bonus da 1000 euro l’anno per aiutare nel pagamento dell’asilo nido: pubblico o privato che sia. Sarebbe erogato dall’INPS in unica soluzione fino ad esaurimento della dotazione che dovrebbe arrivare a 144 milioni per il 2017 per poi aumentare negli anni successivi. Altri interventi riguarderebbero l’incremento di 50 milioni del fondo per le borse di studio agli universitari. A proposito di giovani, altre misure sono in cantiere per favorirne l’accesso al mercato del lavoro, misure queste ancora da quantificare, mentre, sempre in ottica ricambio generazionale, arrivano altri dettagli per l’APE: l’anticipo pensionistico. Si va infatti allargando la lista dei lavori catalogati come usuranti e che quindi permettono di andare in pensione tre anni e sette mesi prima senza vedersi tagliato l’assegno mensile. Brutte notizie invece per i dipendenti statali: l’anno prossimo le risorse aggiuntive per il pubblico impiego potrebbero essere, secondo voci non confermate, 1 miliardo e 400 invece che il miliardo e 900 milioni inizialmente previsto. Visto che circa 900 milioni sono destinati ai capitoli nuove assunzioni e bonus da 80 euro alle forze dell’ordine, per il rinnovo dei contratti residuerebbero solo 500 milioni. Sul fronte antisismico, infine, aumenterebbero i soldi stanziati per mettere in sicurezza gli edifici. Nelle zone ad alto rischio terremoto il bonus casa varrà cinque anni fino al 2021. Lo Stato rimborsa il 50 per cento delle spese, ma con un meccanismo per cui si potrà salire al 70 per cento per interventi che determinino il passaggio dell’immobile ad una classe di rischio sismico inferiore e dell’80 per cento in caso di doppio salto in questa graduatoria.

  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate