Manovra, il governo attende la lettera della UE

Con il flop del trattato commerciale con il Canada, che doveva essere firmato questa settimana dopo otto anni di negoziazioni, ma ora clamorosamente bloccato dal veto della Vallonia, una delle regioni del Belgio, il nervosismo a Bruxelles si taglia con il coltello. “L’Unione europea in crisi esistenziale – parole di Jean-Claude Juncker – rischia l’ennesimo stallo e l’ennesima figuraccia. Anche per questo, sui nostri conti pubblici e sulla possibile lettera all’Italia per chiedere chiarimenti sulla manovra ora nessuno si sbilancia. Certo, con l’imponente debito pubblico italiano la situazione resta delicata. Nel mirino c’è il deficit strutturale, che invece di scendere aumenta, le troppe misure una tantum tra le coperture e le spese giudicate eccessive sotto la voce “circostanze eccezionali”, ovvero terremoto ed emergenza migranti. “L’Italia è in regola e la manovra non cambia”, assicura Matteo Renzi. Ma se aggiustamenti ci saranno o no nessuno può saperlo davvero, visto che il testo del disegno di legge non è ancora arrivato in Parlamento. Se, comunque, il braccio di ferro dovesse andare avanti, la Commissione ha due strade: bocciare la manovra già la prossima settimana, oppure attendere le valutazioni definitive di fine novembre. L’ultima parola, comunque, spetterà agli Stati membri, con l’Eurogruppo già convocato per il 5 dicembre, il giorno dopo il referendum costituzionale. E se la Commissione sembra, comunque, orientata al compromesso, la partita è più dura di fronte ai rappresentanti dei paesi più rigoristi, a partire dal Ministro tedesco Schäuble, che vorrebbe affidare la valutazione dei bilanci nazionali a un organo tecnico, come il Fondo salva-Stati. Si metterebbe così nero su bianco il primato dei numeri sulla politica, un’ipotesi che è già stata bocciata dal Commissario Moscovici, secondo cui le regole debbono essere una bussola ma non un totem, parole che sicuramente risuonano come musica alle orecchie italiane.

  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate