Manovra, Juncker: Italia attacca ma non otterrà risultati

Dopo settimane di accuse piovute dal Governo italiano, per la prima volta Jean-Claude Juncker abbandona i toni diplomatici: “L’Italia non smette di attaccarci, ma a torto. Così non produrrà i risultati sperati”, avverte il Presidente della Commissione. “Non si può continuare a dire che Bruxelles sta continuando con l’austerità come in passato – aggiunge Juncker – e se qualcuno lo dice me ne frego”. Parole che sono indice di un fastidio crescente verso certi toni e di un barometro che ancora segna nuvoloso nei rapporti tra Roma e Bruxelles, mentre si è ormai nel vivo della trattativa sulla legge di bilancio, sulla quale la prossima settimana arriverà il giudizio definitivo. L’Italia, al momento, tira dritto, convinta di rispettare tutti i vincoli europei, e la risposta di Matteo Renzi non si fa attendere: “Non facciamo polemica, ma non guardiamo in faccia a nessuno – dice il Premier – un conto è il rispetto delle regole, un altro è che queste stesse regole possano andare contro la stabilità dei nostri figli”. I soldi per mettere in sicurezza le scuole, insomma, resteranno fuori dal Patto di stabilità, mentre secondo Bruxelles gli investimenti in prevenzione antisismica non sono imputabili alle cosiddette “circostanze eccezionali”, dove possono rientrare solo le spese strettamente legate alla ricostruzione post terremoti. È questo il nodo principale del braccio di ferro in corso con l’Italia, insieme all’importo delle spese per l’accoglienza migranti da tenere fuori dai vincoli europei. “Anche se prendiamo in considerazione tutta la flessibilità, anche se il Patto è intelligente, ci sono delle regole che vanno rispettate da tutti”, avverte il Commissario per gli affari economici e monetari Moscovici, che parla di sforzi ancora da fare per avvicinare punti di vista, cifre e misure. Le trattative vanno avanti, dunque, e nella due giorni di vertici a Bruxelles tra i Ministri delle finanze va in scena l’ennesimo bilaterale, il sedicesimo da inizio anno, tra il Commissario e il Ministro Padoan. “Il dialogo continua, e ovviamente, ogni volta che si viene qua, si ha l’occasione di incontrare sia colleghi Ministri che membri della Commissione, e lo faremo anche questa volta”.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky