Germania, caccia ad un siriano: "Stava preparando attentato"

Jaber Albakr, 22 anni, siriano, ha fatto perdere le sue tracce. È fuggito da Chemnitz, in Sassonia, dove viveva. Il sospettato, secondo i servizi segreti, sarebbe legato all’Isis e stava progettando un attentato contro un aeroporto in Germania. Nell’appartamento dove abitava, nella periferia sudoccidentale della città, è stata rinvenuta una miscela altamente esplosiva, più pericolosa del tritolo. Secondo gli inquirenti, sarebbero stati ritrovati anche agenti chimici pericolosi. Il blitz delle forze speciali tedesche è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, e le perquisizioni sono andate avanti per alcune ore, tanto che si è resa necessaria l’evacuazione dapprima di circa 80 persone, e poi di altri sei appartamenti. Il siriano, ora, viene ricercato in tutta la Germania. La polizia ha lanciato un appello alla popolazione, a collaborare. Intanto, le misure di sicurezza sono state innalzate negli aeroporti, compreso lo scalo di Berlino. Jaber era sorvegliato da tempo. Il blitz è scattato quando sono state individuate tre persone che dovevano incontrarsi con il giovane: due sono state fermate durante blocchi allestiti vicino alla stazione centrale e una terza nel quartiere dove è avvenuta l’operazione. I tre, che sarebbero tutti siriani, provenivano da Lipsia e avrebbero dovuto incontrarsi con il ventiduenne. Le indagini della polizia vanno avanti per avere più dettagli sulla vita di Jaber. Non è chiaro infatti come sia arrivato in Germania, se con l’ondata di profughi entrati nel 2015, oppure in circostanze diverse.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky