Governo iracheno: Mosul liberata dall'Isis

Mosul è stata completamente liberata dall’Isis, è il Ministero della Difesa iracheno ad annunciarlo. Tutti i terroristi dell’Isis sono stati eliminati o cacciati da tutti i quartieri della città. Obiettivo raggiunto dunque, almeno secondo il Governo. Le forze antiterrorismo hanno ora il controllo della storica moschea di al-Nouri, del minareto di Al-Habda e dell’area commerciale nella città vecchia di Mosul. Secondo la tv di Stato irachena con la riconquista del sito dove sorgeva la moschea di al-Nouri, l’Isis è ormai crollato come Stato. La moschea è stata distrutta e secondo il governo di Baghdad è stato l’Isis a farla saltare in area decapitando anche il minareto pendente di Al-Habda, simbolo della città. L’autoproclamato Stato islamico che normalmente rivendica atti di devastazione tipo questa ha negato ogni responsabilità affermando che moschee e minareto sono stati distrutti in un bombardamento della coalizione internazionale a guida USA, tuttavia la stessa coalizione ha smentito. È una conquista dal grande valore simbolico perché proprio in questa moschea, la più nota della seconda città del Paese, Abu Bakr al Baghdadi annunciò proprio il 21 giugno di tre anni fa la nascita del califfato.


  • TAG
Autoplay

Playlist Correlate