Il premio Nobel per la letteratura a Bob Dylan

Dario Fo si spegne nel giorno in cui viene assegnato quel premio Nobel per la letteratura che lui vinse nel ’97, quando aveva 71 anni. Ebbene, quest’oggi, a giudicarsi quel riconoscimento importante è stato Bob Dylan: vince il Nobel per la letteratura 2016 esattamente a vent’anni dalla prima candidatura. Il menestrello del rock ottiene il riconoscimento per aver creato – si legge nelle motivazioni – una nuova espressione poetica nell’ambito della tradizione della grande canzone americana. Già nel settembre del ’96, l’Accademia reale svedese lo aveva proposto per il premio letterario più ambito. Robert Allen Zimmerman – questo il suo vero nome, poi cambiato in omaggio al poeta Dylan Thomas – ha rivoluzionato la musica americana fin dai suoi esordi, quando, all’inizio degli anni Sessanta, armato solo di chitarra e armonica a bocca, aveva portato la musica folk sul terreno della grande letteratura, inaugurando, così, una nuova stagione di canzoni e di proteste. Nel ’65, la prima di tante svolte nella sua carriera: quel passaggio alla chitarra elettrica che fece gridare al tradimento i suoi primi fan, ma che gli aprì definitivamente le porte del rock, una passione che non lo ha più abbandonato e che ha portato in giro per il mondo con un’infinita serie di concerti, il cosiddetto “Never Ending Tour” nel quale l’artista ha continuato a proporre la sua musica, divertendosi a stravolgerla e a reinterpretarla ogni volta in modo diverso.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky