Berlusconi si dice deluso: unico leader è Renzi

Anni di ricerche, ma anche di fallimenti. Nel momento in cui ritorna attuale il tema della leadership nel centrodestra, è la stessa sua guida, per vent’anni Silvio Berlusconi, ad ammettere la delusione per non aver trovato il suo erede politico. “Ho puntato su qualcuno che, poi, è passato dall’altra parte”, confessa ad RTL di un buon mattino. Altri personaggi hanno deluso. “In Italia, se devo dire la verità, di leader vero dentro la politica ce n’è solo uno, e si chiama Matteo Renzi. Fuori dalla politica, forse, c’è qualcuno che, però, dalla politica è stato buttato fuori”. Dopo aver scaricato l’ex candidato sindaco a Milano, Stefano Parisi, che lo stesso ex premier aveva lanciato quest’estate come federatore di Forza Italia, Berlusconi torna a lavorare per ricompattare un centrodestra per ora diviso in tanti rivoli che rischia, però, sempre più di diventare destra-centro. “Le forze populiste mettono in grande difficoltà gli altri partiti. Tuttavia, spero che in Italia la forza populista sia soltanto quella dei 5 Stelle e che la Lega, invece, possa assolutamente aderire a una coalizione con noi”. Parisi, deluso, dice di voler andare avanti per ricompattare l’area dei moderati e costruire un’alternativa liberale. “Se Berlusconi vuole Salvini leader, il centrodestra perde” afferma l’ex AD di Fastweb “la maggioranza degli italiani non è lepenista”. Intanto, il leader della Lega esclude un’alleanza con lui. “Parisi sta con tre vetero-democristiani. Se li tenga. “Quello che c’era ieri non c’è più” afferma Salvini, che aggiunge: “La gente mi dice di andare, fare, rompere con il passato. In Europa e in America spira un vento nuovo che va colto”.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky