Scontro tra Pd e M5S sui soldi pubblici

Come se non bastasse la durezza dello scontro referendario, il duello tra Pd e Movimento 5 Stelle trova altri terreni di scontro: prima con i cyber attacchi contro i democratici, e poi sulla gestione dei finanziamenti alla politica. L’affondo grillino è duplice: parte dal blog e poi approda in Parlamento. Renzi continua a raccontare bugie agli italiani – contesta il Movimento 5 Stelle – e accusa Vito Crimi di utilizzare con parsimonia e trasparenza 2 milioni di euro di dotazione del Senato per pagare stipendi del Gruppo parlamentare. Una replica che rintuzza le insinuazioni del Premier sull’utilizzo dei soldi che arrivano ai Gruppi parlamentari. Il Pd ogni anno al Senato prende 6 milioni di euro; i 5 Stelle prendono 2 milioni di euro. Loro non lo dicono, ma sono soldi veri, non sono soldi finti come le firme di Palermo, non sono soldi del Monopoli, ironizza Renzi. Sul blog Beppe Grillo se la prende con la propaganda renziana sul taglio ai costi della politica. Il Presidente del Consiglio combatte da mesi per una riforma che andrebbe contro sprechi e privilegi degli altri, non parla mai dei suoi. Renzi prende appena 8.200 euro al mese più qualche spesuccia, prima di tutto il suo aereo blu, acquistato in leasing per soli 175 milioni di euro, e il “renzicottero”. Ma non ci sono solo i costi della casta ad infiammare gli animi. Beatrice Di Maio è un’opinion leader del web e i bersagli preferiti della sua propaganda sono Matteo Renzi e il Quirinale, con hasthag molto aggressivi, da far rimbalzare in rete, sulle pagine dei militanti e simpatizzanti grillini. Post virali che questa volta il braccio destro del Presidente del Consiglio, Luca Lotti, ha portato alla procura di Firenze, con la denuncia per diffamazione. Il Pd ha presentato un’interrogazione parlamentare al Governo per vederci chiaro. Pronta la risposta dei Capigruppo grillini: troviamo ridicolo che il Sottosegretario Lotti e il principale partito di maggioranza dedichino tempo a vere e proprie stupidaggini che nulla hanno a che vedere con il Movimento 5 Stelle.


  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate