Mannequin Challenge, mania virale che arriva dai social

Una volta c’erano le belle statuine o, per chi si cimentava nel servizio militare obbligatorio, il blocco fatto dai veterani alle reclute. Oggi c’è il mannequin challenge: stesso meccanismo, mezzi più moderni. Per giocare basta uno smartphone. Una mania che ha conquistato centinaia di migliaia di persone, famose o meno, tutte impegnate a fermare in un’immagine un frammento della vita. Lo ha fatto Hillary Clinton che, nel bel mezzo della sua campagna, si è pietrificata in volo nel cielo degli Stati Uniti insieme con Jon Bon Jovi e il suo staff elettorale. Oltreoceano LeBron James, stella del basket a stelle e strisce, ha coinvolto nientepopodimeno che Michelle Obama, varcando la soglia della Casa Bianca. Da uno sportivo a un altro: anche Cristiano Ronaldo si è divertito a fare il manichino con i suoi compagni nello spogliatoio della sua squadra e, visto che se lo può permettere, si è presentato in mutande. Il virus del mannequin challenge ha contagiato anche la Nazionale di calcio tedesca: tutti immobili attorno a un tavolo nel corso di una cena. Questa novità diverte anche le star della musica e della tv. La cantante britannica Adele si è marmorizzata in un saloon vestita da cowgirl. La star della tv americana, James Corden, si è fatta manichino con lo staff del suo “Late Late Show”. Una sfida senza niente in palio, il mannequin challenge, che ha entusiasmato anche Britney Spears e il suo corpo di ballo, così come Beyoncé, che ha rinverdito i fasti con le sue ex colleghe, le Destiny’s Child, congelandole così. Tornando allo sport, anche la Juventus si è cimentata in questa novità. La cosa non è sfuggita a Fiorello, che stamani ha chiosato, alla sua maniera, nell’Edicola: “Lo fanno tutte le star. Lo ha fatto la Juve. Ci si ferma e non si fa nulla. Esempio: la difesa dell’Inter fa il mannequin challenge”.

EMBED
  • TAG
Tutte le notizie di Sky Tg24
In esclusiva per i clienti Sky

Potrebbe interessarti anche

Tutti i siti sky