Gary Oldman è Winston Churchill

Basterebbe dire Sid Vicious, Dracula Lee Harvey Oswald in JFK, Sirius Black in Harry Potter, il commissario Gordon ne Il Cavaliere Oscuro e la cifra record di 3 miliardi e mezzo di dollari. Questo l'incasso complessivo dei suoi film che sono arrivati a quota 60 come gli anni che compirà tra pochi giorni. Una vita impegnata a trasformarsi, non a diventare famoso, perché quella è un'altra carriera, lui ha sempre detto, e io non ho l'energie per farla. Quale sarà il nostro obiettivo? La vittoria ad ogni costo. Se a tutto ciò ci aggiungiamo minimo 5 ore di trucco al giorno, e il trucco è da Oscar e non ce n'è per nessuno, il risultato è un lavoro camaleontico su Winston Churchill, che non ha eguali nella storia del cinema. Perché non vada tutto a p***ane. Ancora più impressionante se si pensa che quando lo storico primo ministro britannico passò a miglior vita, Gary Oldman era solo un ragazzino. Se non sbaglio Gary, tu avevi 6 anni quando Winston Churchill è morto. - Sì, esatto. - Ecco, mentre guardavo il film, ho notato che l'aspetto più particolare che hai dato al personaggio, è uno sguardo da bambino negli occhi, come per superare l'immagine di Churcill solo scontroso e come per portarci dentro il Gary Oldman di 6 anni. Che ne dici, è dice solo la mia immaginazione? È meraviglioso che tu ci abbia visto questo. Abbiamo approfondito molto questo aspetto della sua personalità. Nel riguardare le immagini di repertorio non potevamo fare a meno di notare che certe volte appariva come un ragazzaccio di scuola. C'era una sorta di strana luce nei suoi occhi, un'energia tipica dei ragazzini, anche se all'epoca aveva - 65 anni. - È vero, a volte lo capivi anche dal suo temperamento - a dir poco adolescenziale. - Si. Si disperava come un matto perché non riusciva ad ottenere quello che voleva, tipico dei bambini quando dicono: "lo voglio e lo voglio subito".

pubblicità