VIDEO Favino nel ruolo di Buscetta nel film Il traditore

Questo film mi ha dato la possibilità di andare ulteriormente in profondità, di comprendere tante ragioni storiche della presenza della mafia, di guardare sociologicamente al fenomeno mafia, di cercare di intuire perché a 15 anni, negli anni Quaranta, un ragazzino, figlio di vetrai, decide che, per avere una collocazione nel mondo, entra a far parte di questo gruppo di persone, che ai suoi occhi sono un gruppo di persone rispettabili, sono un gruppo di persone che se hai un problema ti aiutano, sono un gruppo di persone che danno lavoro, sono un gruppo di persone che non fanno male a nessuno, sono un gruppo di persone che mantengono un equilibrio sociale. Se guardi alla storia della Sicilia, guardi alla storia di almeno 2000 anni di dominazioni.

pubblicità
pubblicità