Codice strada, testo base: scooter 125 in autostrada

Il Governo ha finalizzato la bozza di testo per la riforma del codice della strada che passa quindi all'esame dei gruppi parlamentari. Ci sono diverse novità, qualche passo indietro e qualche conferma. Patente non necessariamente nel portafoglio sempre e comunque. Foglio rosa più duraturo, limiti di velocità, forse, un po' più alti ma è un punto molto dibattuto. Parcheggio su strisce blu gratuito per i disabili. Sono queste alcune delle novità in ballo con la riforma. M5S e Lega stanno lavorando per arrivare ad un testo condiviso. Saranno probabilmente necessari altri 10 giorni, ma intanto su alcuni punti l'accordo sembra scontato. È di certo così per la circolazione degli scooter 125 in autostrada o tangenziale, purché alla guida ci sia un maggiorenne. Continua invece il tira e molla sull'innalzamento del limite di velocità, da 130 a 150 km orari in presenza, però, di certe condizioni: quattro corsie e asfalto drenante. E poi raddoppio delle sanzioni per chi viaggia senza assicurazione e il divieto di sovraccarichi per i trasporti eccezionali. Frenata, rispetto al piano originario, riguarda invece le multe e a chi viene sorpreso alla guida con il telefonino. In un primo momento era prevista la sospensione della patente da 2 a 6 mesi, avverrà invece da 7 giorni a 30 e da 1 a 3 mesi nel caso di reiterazione. Eliminata anche la norma sul divieto di fumo, sparita dal testo base.


  • TAG