Fiumicino, in aeroporto usata prima macchina ecostenibile

Guardate bene questa macchina. Guardatela, perché si tratta della prima vettura elettrica al mondo a transitare in un aeroporto. “Chiunque oggi ha l’opportunità di transitare per l’aeroporto di Fiumicino ha la possibilità di chiedere a un nostro driver di essere trasportato all’interno di una vettura elettrica dal molo B al molo C. La cosa importante è che lungo questo tragitto ha una serie di informazioni, che riguardano appunto la mobilità elettrica sostenibile”. Insomma, una sorta di shuttle ecosostenibile per un tema che, in tempi di dieselgate e non solo, diventa quanto mai fondamentale. “Siamo alla metà del consumo dell’acqua per passeggero rispetto agli altri aeroporti in Europa, tanto per dare un benchmark. Lavoriamo sulla differenziata. Più del 90 per cento dei nostri materiali di costruzione viene riutilizzato quando si demolisce. Costruiamo l’aeroporto, ormai da diversi anni, su noi stessi, quindi senza aumentare il consumo di suolo rispetto a quello che è l’attuale sedime aeroportuale. Quindi sì, è fondamentale e ci dedichiamo tanto tempo. Ma credo sia importante, per i nostri figli, per il futuro”. Un futuro che permetterà non solo di avere auto elettriche, taxi e bus elettrici, ma che permetterà di avere anche una sorta di autostrada ecosostenibile. “Infatti, consiste nell’installazione di 180 colonnine in territorio italiano, 20 in territorio austriaco. sulla rete autostradale, quindi, come potete immaginare, nelle stazioni di servizio, per far sì che il consumatore che fa lunghi tratti possa avere la possibilità di ricaricare. Verranno installate delle colonnine fast charge, quindi delle colonnine a ricarica veloce, le quali consentono di ricaricare l’auto per l’80 per cento della sua capacità in venti minuti. Un po’ come prendere un caffè lungo, mettiamola così”. Ecosostenibilità, che potrà diventare anche solidarietà: i passeggeri potranno, infatti, camminare su questo tappeto cinetico, l’energia accumulata si trasformerà in chilometri a zero emissioni, che potranno essere utilizzati dalla Onlus Banco Farmaceutico per consegnare i farmaci a chi ne ha bisogno.


  • TAG
Autoplay