Lampedusa, raffica di arrivi nelle ultime ore

Arrivano senza sosta i migranti a Lampedusa a bordo di imbarcazioni piccolissime o gommoni di fortuna che non ne possono contenere più di 20. Nelle ultime ore in 180 sono sbarcati direttamente sull'isola o sono stati intercettati dalle motovedette a poche miglia dalla costa. Sono arrivati stremati, stipati in 7 barchini diversi, che uno dopo l'altro ha toccato terra. Una raffica di mini sbarchi, quasi tutti provenienti dalla Tunisia. I soccorsi sono scattati poco prima delle 20 di sabato. La Guardia Costiera ne ha prima rintracciati 25 poi, un'ora dopo al molo Favarolo, la Guardia di Finanza ne ha avvistati altri 23 e così è andata per tutta la notte. Via via che arrivavano in porto, i migranti sono stati soccorsi e trasferiti nell'hot spot dell'isola siciliana, ancora una volta il sovraffollamento. L'ultimo barchino è giunto all'alba di domenica. L'ipotesi è che gli scafisti trasportino queste persone su imbarcazioni più grandi. Poi, una volta vicino alla costa, scaricherebbero i migranti direttamente su barchette di fortuna. Sbarchi del genere sono avvenuti anche in Sardegna, dove sono arrivati 40 algerini in 5 distinti episodi. Nessuna notizia invece dei 56 migranti che erano a bordo di un barcone che si è ribaltato al largo di Misurata. Altra sorte, toccata invece a 70 migranti diretti in Europa, sono stati soccorsi dalla Guardia Costiera libica e riportati a Tripoli. A denunciarlo è stato l'alto commissariato per i rifugiati dell'ONU, che in un tweet ha sottolineato come la Libia non sia un porto sicuro. Erano in mare da 3 giorni.


  • TAG