Maltempo, allerta in Sicilia e Calabria

“Guarda come diluvia. Il fiume delle scalinate… È caduta qua davanti, oddio!”. Sciacca, provincia di Agrigento: sono passati solo due mesi dall’ultima alluvione. Il sindaco invita tutti a restare a casa per precauzione. Il maltempo in queste ore in Sicilia ha già ucciso. Un uomo di 67 anni è morto a Castronovo, nel Palermitano, mentre era in auto su questa strada, la statale 189, che collega Palermo ad Agrigento. È stato travolto da un’ondata di acqua e fango prodotta dall’esondazione del fiume Morello. Le piogge torrenziali e i venti non danno tregua. Il risultato è questo. Anche i collegamenti con le isole minori sono difficili. A Catania è allerta rossa e le scuole sono chiuse, come nel Ragusano e nel Messinese. Questo è lo stato della zona industriale per l’esondazione del torrente Porcile. La Confcommercio locale denuncia: “È sempre la stessa storia. Paghiamo da anni l’assenza di manutenzione”. Qui, invece, siamo a Modica, provincia di Ragusa, tra le città più colpite. Interi quartieri sono senza luce, alcune famiglie sono state costrette a lasciare le loro case, il sindaco ha vietato l’uso dell’acqua distribuita dalla rete idrica comunale. Confagricoltura chiede lo stato di calamità naturale e denuncia: “I nostri appelli per la manutenzione di una zona ad alto rischio idrogeologico sono rimasti inascoltati”. Dalla Sicilia alla Calabria, dove nelle ultime dodici ore su alcune zone sono caduti oltre duecento millimetri di pioggia. La situazione più critica è nella Locride per l’esondazione di alcuni torrenti. La zona è già stata colpita da due alluvioni negli ultimi due anni. Ma è difficile anche nel Catanzarese. Qui siamo a Girifalco: ecco come è ridotta la strada nei pressi del liceo scientifico. A Melito di Porto Salvo alcune abitazioni sono state evacuate dopo che la Fiumara del Tuccio ha rotto un argine. L’aeroporto di Reggio Calabria per alcune ore è stato chiuso al traffico. La circolazione è interdetta anche su alcuni tratti della statale 106, come quello nel Comune di Caulonia, dove il ponte sull’Allaro ha subìto nuovi danni, dopo quelli causati dall’alluvione del 2015.


  • TAG
Autoplay