Milano è la provincia italiana con più reati

In Italia calano i reati o almeno le denunce, ma le province rimangono quelle più complicate, con situazioni al limite, spaccio ed estorsioni. Ogni giorno vengono denunciati circa 6.500 reati, una media riferita al 2018 che si conferma in calo rispetto all'anno precedente (meno 2,4%), in linea con la flessione che prosegue da 5 anni. Quello che invece continua, e ormai da 10 anni, è l'esplosione delle truffe e frodi informatiche: 518 al giorno in media. Sono questi alcuni dei principali trend che emergono dall'indice della criminalità elaborato dal Sole 24Ore in base ai dati forniti dal Dipartimento di pubblica sicurezza del Ministero dell'interno e relativi al numero di delitti commessi e denunciati l'anno scorso. Ci sono poi i dati relativi allo spaccio di stupefacenti (più 2,8%) che emergono con 76 denunce ogni 24 ore e le estorsioni (17%) che tornano ad aumentare, invertendo la rotta degli ultimi anni, con 27 episodi al giorno. Andando nel dettaglio delle 106 province, la maglia nera per numero di reati riportati nel corso del 2018 spetta a Milano con oltre 7 mila denunce ogni 100 mila abitanti. Subito dietro Rimini e Firenze. A Roma, sesta nella classifica generale, va un altro primato negativo: quello dei reati di produzione, traffico e spaccio di droga, in aumento del 10% rispetto a quanto registrato nel 2017. Di contro, ci sono le zone meno esposte alla criminalità o con meno denunce, e sono Oristano, Pordenone e Benevento.


  • TAG