Per medici è stressata ma ha aneurisma: 14enne muore a Roma

Suona la campanella e in classe si sente male. Dice “mi scoppia la testa”. Dalla sua bocca esce bava, perde i sensi. A raccontarlo è l’avvocato della famiglia, Giuseppe Rombolà. Spiega che all’ospedale Pertini i medici dicono alla madre che si tratta di stress e che la ragazza ha bisogno di riposo. La mamma insiste e le fanno una TAC. Solo allora si capisce che la ragazzina è stata colpita da un violento aneurisma. Così viene trasferita in ambulanza all’ospedale pediatrico Bambino Gesù, dove viene sottoposta ad intervento chirurgico. Ma non ce la fa, si spegne nel pomeriggio. È successo tutto lo scorso 6 novembre. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo d’indagine, al momento contro ignoti, e procede per omicidio colposo. Il caso è stato affidato ad un pool di pm che si occupano delle colpe professionali. È stata disposta l’autopsia. Entro 60 giorni, i risultati. Anche l’ASL Roma 2 ha avviato accertamenti per ricostruire quanto accaduto: “siamo in presenza di una tragedia che ha colpito una ragazza assolutamente sana fino a quel momento –chiosa l’avvocato della famiglia –, lotteremo affinché vengano accertate tutte le responsabilità”.


  • TAG
Autoplay