Questione migranti, 55 pakistani sbarcati nel Salento

L'ultimo sbarco è raccontato dalle foto della Croce Rossa di Lecce, che mostrano 55 migranti pakistani, 11 sono minorenni, al loro arrivo nel porto di Gallipoli a bordo dei mezzi navali della Guardia Costiera. Lo sbarco vero e proprio, che nessuno ha visto, era avvenuto ore prima sull'isola di Sant'Andrea da un'imbarcazione, ed è riuscita poi a prendere il largo indisturbata. Potrebbe essersi trattato di una barca a vela, modus operandi delle organizzazioni che da anni ormai traghettano sulle nostre coste, prevalentemente Puglia e Calabria, clandestini curdi, pakistani, afghani e siriani, salpati dalla Turchia o dalla Grecia. Nella sola Puglia nell'ultimo anno la Guardia di finanza ne ha contati poco meno di mille, ma la cronaca degli ultimi due mesi racconta già di una mezza dozzina di sbarchi tra Manduria, Taranto, Gallipoli, Crotone e Roccella Jonica, per un totale di circa 400 migranti. Gli scafisti, quasi sempre ucraini, russi e moldavi, quando vengono catturati ovviamente non collaborano con le autorità italiane, che poche informazioni in realtà riescono a ricavare anche dagli stessi migranti. Alcuni dei 73 pakistani sbarcati qualche settimana fa sulla spiaggia di Torre Colimena, nel Tarantino, come mostrano le immagini girate quel giorno col cellulare da un bagnante, raccontarono ai Carabinieri di essere partiti da Bodrum, in Turchia, pagando 5000 euro per quel lungo viaggio conclusosi nell'hotspot di Taranto.


  • TAG