Sky TG24 nel Castello di Sammezzano, domani all'asta

Nessuno resiste alle favole. Per questo il Castello di Sammezzano è un posto speciale, quanto più inaccessibile tanto più amato. Ha vinto la speciale classifica del FAI come luogo del cuore, ma in pochi sono riusciti a vederlo. “In questa situazione è impossibile programmare nuove visite”, ci risponde il Comitato che in questi anni ha organizzato gli ingressi. Per la terza volta della sua storia, il Castello di Sammezzano, con tutto quello che lo circonda, comprese le piante secolari, andrà all’asta senza incanto, ovvero con la presentazione di buste chiuse. La base è di 15 milioni di euro. Qui sono stati girati film di Pasolini, Chabrol e il racconto dei racconti di Matteo Garrone. È stato un albergo di lusso degli anni 80-90. Poi venne acquistato da un fondo immobiliare che non ha saputo preservarlo e preservarsi. Le stanze della villa, oggi inespugnabili, sono tutte diverse tra loro: stucchi, nicchie, colonne fanno dell’edificio principale esempio di arte orientalista in Italia, ma non ci sono fondi pubblici per Sammezzano. Per questo, dopo oltre vent’anni di abbandono, c’è da augurarsi che qualcuno finalmente si faccia avanti, qualcuno che permetta alla favola di essere tramandata. “Ci auguriamo che, chiunque lo acquisti, all’interno del suo progetto di salvaguardia innanzitutto, di recupero, di restauro, di ristrutturazione di un complesso che è molto ampio, preveda di dedicare la parte monumentale alla fruibilità pubblica”.


  • TAG
Autoplay