Stalker offre 1550 euro, lei rifuta, giudice lo proscioglie

L’aveva inseguita in auto più volte nell’arco di due mesi. Denunciato e imputato di stalking lui le offre 1500 euro di risarcimento. Lei rifiuta e lui viene prosciolto perché un giudice del Tribunale di Torino, una donna, il 2 ottobre decide che il gesto e anche la somma offerta alla parte lesa bastano per non dar luogo a procedere. Si chiama estinzione del reato per condotte riparatorie ed è una norma della nuova legge entrata in vigore lo scorso 4 agosto. Niente processo, finisce così. La legge è chiara, il reato è estinto. “Un fatto di cronaca che già fa discutere, una sentenza del tutto sballata e assurda” ― commenta il Codacons che aggiunge ― “Questo precedente rischia di incentivare episodi di stalking lanciando un messaggio sbagliato”. Sicuramente fa riflettere l’ipotesi che si possa monetizzare l’offesa e soprattutto la sofferenza subita.


  • TAG
Autoplay