Stupro Rimini, la denuncia di una 20enne spagnola

Nuovo episodio di violenza sessuale ai danni di una giovane straniera. Questa volta siamo a Rimini. La vittima, 20 anni, è una studentessa Erasmus di nazionalità spagnola che ha denunciato di aver subìto uno stupro nella notte tra venerdì e sabato. I suoi ricordi sono confusi per via dell’alcol, ma al risveglio, dopo la notte trascorsa in discoteca, la giovane accusa dolori alle parti intime. Dunque, realizza di essere stata abusata. Accompagnata al pronto soccorso, i medici riscontreranno alcune lesioni compatibili con una possibile violenza. La ragazza ha riferito ai Carabinieri di avere conosciuto due uomini in due locali diversi e con loro si sarebbe appartata dopo aver bevuto alcuni drink. Le indagini tentano di ricostruire le ore in cui potrebbe essersi consumato il fatto, presumibilmente intorno all’una di notte, anche se la giovane non è in grado di fornire un identikit dei due uomini. Sempre Rimini, solo poche settimane fa, fu teatro di altre atroci violenze. La notte del 26 agosto, una coppia di turisti polacchi fu aggredita in spiaggia: stuprata lei e malmenato lui. Lo stesso feroce trattamento la stessa notte fu, poi, riservato a una trans peruviana incontrata sulla Statale Adriatica. Autore di entrambi i fatti il branco di Vallefoglia, tre minorenni di nazionalità marocchina, e Guerlin Butungu, ventenne, congolese.


  • TAG
Autoplay