Droga nella capitale, Silipo: bloccare canali rifornimento

29 ott 2019

“Se si pensa che Roma ha il territorio che contiene i territori delle nove più grandi città italiane, si comprende come sia complesso il mondo romano e quindi anche il mondo criminale. C'è il fenomeno della criminalità diffusa che è lo spaccio da strada e nello spaccio da strada noi ci confrontiamo con un ambiente assolutamente degradato, con un ambiente assolutamente di ultimo ordine possiamo dire, dove, come vi dicevo prima, l'acquirente o chi ci entra in contatto può essere facilmente risucchiato. La presenza di armi è indicativa della pericolosità dei soggetti che trafficano stupefacenti. Anche San Basilio è stata oggetto di grandi indagini con l'arresto di 17 soggetti di etnia albanese che importavano cocaina dall'Olanda attraverso dei mezzi che venivano preparati in Spagna”. Quello che colpisce negli ultimi fatti di cronaca è proprio l'efferatezza di questi crimini, il modo in cui sono state compiute queste violenze”. “La mole di denaro che sviluppa il mondo degli stupefacenti fa nascere contrasti perché sia le organizzazioni criminali sia agli spacciatori di basso livello, per il denaro commettono omicidi o intimidazioni anche con armi da fuoco, gambizzazioni, ferimenti e quant'altro”. “Secondo lei ha senso dire che questo fenomeno, così complesso, così complicato, in questo periodo sia più diffuso, ha senso dirlo?”. “Io non direi che adesso il problema è più grave, prima era meno grave. La droga è una delle patologie della società, è uno degli aspetti criminali che è stato sempre affrontato. Direi che se si susseguono a breve distanza determinati fatti, balza all'attenzione pubblica, io direi che è più questo. Ma l'attenzione sulla droga, così come su altri aspetti criminali, è sempre stata alta. L'azione di contrasto c'è sempre stata e ci sarà sempre, con attività di prevenzione e con attività investigativa. La strategia è questa: col coordinamento della Procura della Repubblica, si indaga sulle grandi associazioni, sugli importatori, perché è importante stroncare dei canali di rifornimento delle piazze perché poi non è così semplice far arrivare stupefacenti nei territori dove si vuole, dove i criminali vogliono lavorare, quindi stroncare un canale internazionale o nazionale che porta quantitativi ingenti di sostanze stupefacenti blocca, elimina quel canale e prima che se ne possa formare un altro, ovviamente deve passare tempo perché c'è bisogno di riorganizzarsi.

pubblicità
pubblicità