A Milano gli spazi della ex fiera per il nuovo ospedale

17 mar 2020

Nell'ex Fiera di Milano arriveranno 500 nuovi posti di terapia intensiva, grazie a questa struttura ospedaliera che è stata costruita in stile Wuhan, ad hoc, proprio per i malati da Covid-19. L'abbiamo visitata con Tonia Cartolano. Siamo all'interno della Fiera di Milano, vi facciamo vedere i padiglioni che sono stati già costruiti: questo, è il blocco Servizi, vi facciamo una rapidissima passeggiata con la telecamera, per farvi vedere che cosa hanno già attrezzato. Questo, per farvi vedere quanto siano, di fatto, già avanti anche rispetto a quello che è il progetto eventuale di continuare a lavorare su questo piano, insieme con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile. Intanto, però, la Regione Lombardia, insieme con la Fondazione Fiera Milano, ha iniziato a lavorare e ha attrezzato quella che dovrà diventare una terapia intensiva. In questo spazio di 25 mila metri quadrati, sono la metà su questo piano e l'altra metà sul piano di sotto, 400 posti letto di terapia intensiva. Come vedete, sono stati alcuni già attrezzati, ma chiaramente ci sono soltanto i letti che sono, tra l'altro, la cosa più facilmente reperibile da trovare, la cosa più importante è che mancano ancora i respiratori e il personale sanitario. Stanno andando molto veloce, addirittura c'è anche già l'acqua, le forniture sono state già attivate, la luce e l'energia elettrica. Poi, questo è il resto del padiglione. Più o meno, tra quelli che abbiamo visto di là attrezzati, in questa direzione che chiedo all'operatore di inquadrare, e in quest'altra direzione, oltre il vetro, saranno più o meno già una quindicina di posti che sono stati praticamente messi su nel giro di una giornata, una giornata in mezzo. Quali tempi sono necessari per realizzarlo tutto? Ci hanno detto: al massimo una decina di giorni, vogliamo fare prima di quanto abbiano fatto a Wuhan. In pratica, questo ospedale ha questo scopo, di bissare quello che è stato fatto già in Cina, nel giro di pochissimo tempo, una sorta di ospedale da campo lì, qui invece un'ospedale che viene ospitato nella Fiera di Milano. C'è stata una conferenza stampa, proprio con il presidente Fontana, insieme con il presidente di Fondazione Fiera, Pazzali, sono pronti loro, stanno cominciando a lavorare, lo faranno nei prossimi giorni, insieme con Guido Bertolaso. Guido Bertolaso che abbiamo incontrato, rapidamente, oggi pomeriggio, è arrivato intorno alle 16:30, è atterrato a Milano, ha iniziato subito a lavorare. Si occuperà essenzialmente di questo: di reperire, innanzitutto, personale medico sanitario in generale, respiratori e poi di attrezzare, nel minor tempo possibile, questo ospedale che servirà innanzitutto alla Lombardia, perché numeri – e ora li sentiamo – continuano ad essere numeri importanti, ma potrebbe servire, questa struttura, lo ha detto benissimo il presidente Fontana, anche al resto d'Italia, semmai dovesse occorrere, semmai l'emergenza dovesse riguardare, in termini numerici, anche il centro sud, così come ha riguardato la Lombardia, ma speriamo davvero che questo non succeda. In 10 giorni, questa struttura è pronta. La Lombardia ha fretta perché i numeri continuano a crescere.

pubblicità