A piedi da Firenze, ricevute da Conte le imprese in crisi

13 nov 2020

Chiediamo di non scomparire. In realtà noi per lo Stato, per il Governo, come normalmente dico, siamo esattamente dei fantasmi, siamo trasparenti, ci materializziamo solamente al momento in cui dobbiamo pagare le tasse. Sono partiti lo scorso 4 novembre a piedi da Firenze e dopo nove giorni di cammino, sono arrivati a Roma con una missione: ottenere dal Governo le misure necessarie per non chiudere le loro imprese. Sono ristoratori, albergatori, noleggi con conducente, lavanderie, industriali, gelaterie, artisti ambulanti. Un mondo da migliaia di imprenditori che manifestano però portando in piazza molti loro dipendenti. Mettiamo la nostra faccia, le nostre gambe, come mettiamo i nostri soldi nelle nostre imprese. Siamo qua per questo, abbiamo diritto a una dignità. Siamo esseri umani, abbiamo famiglie, dipendenti da difendere. Lo facciamo per questo. Non vogliamo elemosine, vogliamo pagare vogliamo rimboccarci le maniche. Siamo imprenditori, ce la facciamo e ce l'abbiamo sempre fatta. Non abbiamo mai elemosinato niente. Non ci aspettiamo niente, però, quantomeno, che quest'anno possa essere congelato. Abbiamo trovato un'Italia preoccupata. Abbiamo trovato tanto sostegno per quanto riguarda la popolazione degli anziani che c'hanno sempre applaudito, paradossalmente, sono quelli meno impauriti. Io a livello umano ho trovato una bella Italia e spero che questa umanità, siccome ce la stanno veramente distruggendo, spero invece che ce ne possiamo riappropriare, considerandosi proprio come degli anelli di un'unica catena.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast