A Torino comincia la sperimentazione dei monopattini

13 nov 2019

In 40 minuti di attesa sulla pista ciclabile di via Bertola, una delle più lunghe e trafficate del centro di Torino, vediamo passare davanti a noi solo 3 persone sul monopattino. Valentina lo usa per andare al lavoro e ne è entusiasta. Sono felice per questa sperimentazione soprattutto io che abito in centro, mi ha cambiato veramente la vita, nel senso chi muovermi. Dopo mesi di polemiche, multe di migliaia di euro e soprattutto tanta incertezza, sono finalmente arrivate regole chiare per la sperimentazione. I monopattini elettrici e i segway possono circolare, esclusivamente, sulle ciclabili a una velocità massima di 20 chilometri orari e nelle zone 30 in cui il limite è di 30 chilometri all'ora. Devono avere il campanello, le luci di segnalazione e un motore non superiore a 50 watt. Assolutamente vietato andare contromano, sui marciapiedi, sotto i portici e in due sullo stesso mezzo, non c'è l'obbligo del casco, ma è vivamente consigliato indossarlo, fa sapere l'Amministrazione comunale. Da oggi tutta la ZTL diventa zona 30, prima il limite era 50 e sono stati posizionati i cartelli necessari per cominciare la sperimentazione che si concluderà entro luglio 2021. Lei sa come funziona questa sperimentazione? Sì, bisogna andare, diciamo, massimo 30 km/h, luci… No, 20 km/h. 20 km/h, sì. Lucina davanti e dietro, sempre accesa. Sono appena uscito di casa e non ce l’ho. E basta, diciamo, mantenere sempre pista ciclabile, non andrà sul marciapiedi, nelle strade. Targherei anche il mezzo con una piccola cosa, diciamo, una piccola assicurazione con un qualcosa che possa andare bene, però senza vincolare troppo, sennò uno ritorna ai 50 di una volta, a motore, ormai il mondo va avanti. Siamo al 2019, all'anno 2020, guardavamo “Ritorno al futuro” ecco, ci siamo, no?.

pubblicità
pubblicità