Aeroporto Orio al Serio, turismo in ripresa. VIDEO

14 mag 2021

"Dopo due anni di reclusione, è arrivato il momento". Destinazione Tenerife, con tempismo perfetto. La quarantena è sospesa per i passeggeri che sbarcano in Italia, dall'Unione Europea, Israele e Gran Bretagna per ora, ma altre restrizioni potrebbero presto attenuarsi. Senza tampone non si viaggia, ancora meglio se vaccinati, ad ogni Paese il proprio protocollo. Rapido, antigenico, dipende dai Governi, in tutti i modi si prova a ripartire, dalla cabina sanificante all'avanguardia che propone l'aeroporto di Orio in poi. "Viaggiare con meno limiti ma sempre con uno standard di sicurezza altissimo, che deve essere lo standard di sicurezza tradizionale di ogni aeroporto, ma anche oggi della sicurezza sanitaria". 7 mila persone al giorno, nelle ultime settimane. Nel 2019 la media è stata di 40 mila. L'obiettivo è quello di chiudere l'anno al 50% rispetto al periodo pre-pandemia. Le prenotazioni stanno arrivando, come gli inconfondibili trolley delle fughe lampo. Le mete più gettonate già si intravedono, tra Mediterraneo e città d'arte. A giugno l'andamento del turismo sarà più chiaro. "Finalmente dopo i mesi più difficili dell'anno, vediamo un trend positivo, è un trend ovviamente che ancora vede noi, ma tutto il traffico nazionale e mondiale direi, discretamente distanti da quello che era stato il record del 2019. Tuttavia c'è una crescita importante, soprattutto nel settore del traffico nazionale, vediamo dei trend positivi, sia dal punto di vista di numero di voli, che ancor più di quello che noi chiamiamo Load Factor, quindi il carico medio, il numero di persone che sono presenti su ogni volo". "Siamo emozionatissimi! Già ci siamo fatti otto ore di macchina da Napoli".

pubblicità
pubblicità