Al via oggi concorso precari scuola con misure anti-Covid

22 ott 2020

Misurazione della temperatura all'ingresso, dispenser con gel igenizzante in più punti, mascherine obbligatorie per i candidati, per i componenti della commissione e del personale di vigilanza, consueto modulo di autodichiarazione per tutti. Così con regole severe e stringenti ha preso il via oggi il concorso straordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado, riservato ai docenti precari con almeno 3 anni di insegnamento, oltre 64000 i candidati, 32000 i posti a bando. Diverse le richieste a rinviarlo da parte di forze politiche, sindacati e degli stessi precari. Io vengo dalla Sardegna, come altri colleghi miei questo spostamento forse si poteva evitare, non farlo in questo momento ecco, poi il concorso se si deve fare si fa. Non ci sembra opportuno, forse la scuola in questo momento anche nel concorso è la cartina di tornasole. Se funziona la scuola, funziona il concorso allora non si blocca il Paese. Ma il timore degli assembramenti, che tante polemiche persino ricorsi ha suscitato negli ultimi giorni, è stato scongiurato. Non tutti i partecipanti hanno infatti sostenuto la prova oggi perché il concorso si sviluppa nell'arco di tempo di circa un mese, terminerà il 16 novembre. Di fatto la dilatazione dei tempi eviterà qualsiasi forma di assembramento, i candidati sono distribuiti su più aule, 171 su tutto il territorio nazionale, 10 nel Lazio, con un numero limitato di candidati, al massimo una ventina e le prove si svolgono su due turni, mattino e pomeriggio, tra i due turni, ovviamente, pulizia delle aule. Quest'aula viene utilizzata esclusivamente per il concorso, ieri è già stata sanificata, oggi conosceranno i candidati, verrà nuovamente sanificata e per tutto il periodo i ragazzi utilizzeranno il carrello quello portatile con i computer, vanno da due ingressi completamente separati e quindi non c'è possibilità che i candidati incontrano i ragazzi o i professori. Insomma, il protocollo messo a punto dal ministero dell'istruzione, insieme con il comitato tecnico scientifico, non prevede sbavature. Oggi i primi 1645 candidati, distribuiti sul territorio nazionale, a seguire gli altri.

pubblicità