Allerta virus, così si gestisce l'emergenza a Palermo

11 mar 2020

Mentre la città alle 18 chiude per il coprifuoco e alcuni esercizi commerciali decidono spontaneamente di fermarsi fino a data da destinarsi, c'è un luogo che non si spegne mai. È la sala operativa della Protezione Civile della Regione siciliana. Qui viene gestito il numero verde per l'emergenza coronavirus in Sicilia. E qui, mediamente, arrivano più di 9000 chiamate al giorno. Al lavoro, oltre ai dipendenti, anche decine di volontari della Croce Rossa italiana e dell'Anpas. Le linee sono state Potenziate e c'è qualcuno sempre pronto a rispondere a qualsiasi ora, del giorno e della notte. Stiamo cercando di incrementarlo ulteriormente anche distribuendo sull'intero territorio regionale nelle altre sedi del Dipartimento che sono in altre province, Catania, Messina, Agrigento e man mano andiamo riempiendo anche le altre, degli altri telefoni 5 per ciascuna provincia affinché si possa avere il massimo delle risposte possibili. Chiedono più informazioni i cittadini o si autodenunciano per quarantene? Entrambe le cose, sono richieste di tipo sanitario, autodenunce e richieste di tipo logistico o comportamentali che devono essere assunti, alle quali noi cerchiamo di dare tutte le risposte. Una macchina che sta funzionando bene al momento e che riesce a fornire agli utenti tutte le informazioni necessarie, sia su come gestire l'emergenza che sul cosa fare in caso di sintomi da coronavirus.

pubblicità
pubblicità