Appalti e sanità, assolto Massimo Garavaglia

17 lug 2019

La tensione intorno all'aula della quarta sezione penale del Tribunale di Milano si stempera nel primo pomeriggio quando, dopo oltre 4 ore di Camera di Consiglio, i Giudici emettono una sentenza su cui, anche politicamente, c'era grande attenzione. Il viceministro leghista all'economia Massimo Garavaglia è assolto per non aver commesso il fatto dall'accusa di concorso in turbativa d'asta. Un'accusa riferita al 2014 quando Garavaglia era Assessore lombardo all'economia. Lui è stato assolto per non aver commesso il fatto, cioè il reato… è stato stabilito che il reato qualcuno lo ha commesso, e io su questo credo che anche i condannati dovranno fare… avere la speranza in appello di essere assolti. Per quanto riguarda Garavaglia sono felicissimo per lui, perché hanno capito che è una persona perbene, che non ha commesso alcun reato. Garavaglia, per il quale la Procura aveva chiesto una condanna a due anni, era accusato di aver dato disposizioni al fine di vanificare gli esiti del bando di una gara da 11 milioni di euro, indetta nel 2014 da 3 Asl in forma aggregata per il servizio trasporto di persone, dializzate. Nello stesso processo, che vede imputate 12 persone, è stato invece condannato a 5 anni e mezzo, Mario Mantovani, ex Vicepresidente ed ex Assessore alla sanità della Regione Lombardia. Mantovani era stato arrestato nel 2015 con le accuse di corruzione, concussione e turbativa d'asta.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.