Arrestato il finanziere Alessandro Proto per truffa

12 giu 2019

Non è la prima volta che Alessandro Proto, finanziere di 44 anni, milanese ma residente in Svizzera, finisce nelle mani della giustizia per truffa e violazioni finanziarie. Lui, definito dagli inquirenti, il truffatore seriale per eccellenza, anche stavolta non si è smentito. Nella sua rete è finita una donna con gravi problemi di salute, alla quale, secondo le indagini condotte dalla Guardia di Finanza, avrebbe sottratto in più riprese, 130.000 euro. Denaro che poi avrebbe investito su siti di gioco on line. Da quanto è emerso era riuscito ad entrare in contatto con la sua vittima su internet, fingendo di avere una figlia morta a cui non riusciva a pagare le spese del funerale ed un figlio in una clinica psichiatrica. Tutte bugie, ma così come ha poi denunciato la donna era riuscita a fare pressioni sulla sua vittima. Il primo prestito estorto è stato di circa 900 euro, poi via via la donna, raggirata dalle condotte spregiudicate e dai racconti manipolatori, aveva consegnato somme sempre più ingenti, fino ad un totale complessivo di 130.000 euro. Proto è stato arrestato dalle Fiamme gialle per i reati di truffa pluriaggravata ed auto riciclaggio e portato nel carcere di Como, città dove, secondo gli investigatori, aveva da tempo piazzato la sua base. Già noto alla stampa nazionale ed internazionale per aver millantato affari immobiliari con personaggi di fama mondiale, Proto nel 2013 era già stato arrestato a Milano per manipolazione del mercato e ostacolo alle attività degli organi di vigilanza. Aveva scritto un libro dall'eloquente titolo "Io sono l'impostore". Fra le pagine il racconto della sua vita, fondato sulla sua sete di diventare qualcuno ricco e famoso nell'Olimpo della finanza mondiale.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.