Arresti Piacenza, Guerini: avviata inchiesta interna

23 lug 2020

Incredulo al 100%, un mattone sulla testa. L'appuntato Montella posso dire mi ha salvato la vita in una occasione, mi è venuto un infarto qui nel locale e in attesa che arrivasse il 118 mi ha fatto il massaggio cardiaco, respirazione bocca a bocca e in pratica ha fatto sì che le cellule del cervello non andassero in tilt. Guido è il titolare del bar che si trova accanto alla caserma dei Carabinieri Levante, la prima caserma sequestrata in Italia, conosce bene i protagonisti di questa storia, uno di loro gli ha salvato la vita. Piacenza è incredula per questa vicenda che racconta di illeciti definiti impressionati dal procuratore capo Grazia Pradella, ancor di più perché commessi da uomini in divisa. Traffico e spaccio di stupefacenti, ricettazione, estorsione, arresto illegale, tortura, lesioni personali, peculato, abuso d'ufficio e falso ideologico sono solo alcuni dei reati ipotizzati dall'accusa. 6 Carabinieri arrestati e altri 4 sono stati sottoposti ad altre misure cautelari. É un sistema descritto come quello di un clan, nelle loro mani lo spaccio e il traffico di stupefacenti, si sentivano inarrivabili e per nascondere i loro illeciti effettuavano arresti fasulli, usando violenza sulle persone fermate. Un sistema che va avanti da 3 anni, dal 2017 per gli inquirenti e che nel periodo di lock down si è intensificato. Diverse le autocertificazioni fornite a pusher amici per continuare a girare e per non fermare il mercato dello spaccio. Indagano la procura di Piacenza e la Procura militare di Verona vuole vederci chiaro. Il ministro della difesa, Lorenzo Guerini, che ha avviato un'inchiesta interna. Intanto in città è in funzione la stazione mobile ed è arrivato un nuovo Comandante dell'arma, mentre le persone restano incredule. Dispiace più che altro per i 2/3 carabinieri che non c'entrano niente, che no avran passato dei momenti. Sono mele marce, ma tutto il resto funziona a meraviglia, insomma, dopo il caso Cucchi, altri casi io ci andrei un attimo piano ecco, fare magari una bonifica diciamo, generale.

pubblicità
pubblicità